Semi di zucca - Eccellente per ridurre il colesterolo cattivo e migliorare la salute del fegato e del cuore

La zucca è un verdura molto utile che viene utilizzato anche nei programmi dietetici e dietetici dei bambini. Oltre alla carne, i semi del frutto sono ampiamente usati a scopo di trattamento se vengono essiccati.

I semi di zucca contengono olio grasso, acidi organici, vitamine B e C, amminoacidi e caroteni. Mangiare i semi 150 fornisce al corpo umano la necessaria proteina, vitamina K, magnesio, fosforo, ferro, rame e zinco. Tutto sommato, i semi di zucca sono un magazzino di vitamine e elementi benefici.

Queste notevoli proprietà consentono l'uso di semi di zucca per migliorare il lavoro del cuore e persino trattare la prostatite. Possono anche aiutarti a combattere il colesterolo cattivo e ridurre la glicemia.

Si raccomanda di migliorare la digestione, ridurre l'infiammazione e ridurre il rischio di cancro allo stomaco, al seno, ai polmoni, alla prostata e al colon.

Semi di zucca - Eccellente per ridurre il colesterolo cattivo e migliorare la salute del fegato e del cuoreLightspring / Shutterstock.com

Puoi mangiare semi di zucca crudi o cotti. Aggiungili a insalate, yogurt, pasticcini o mangiali da soli come spuntino. Piatti di esempio con semi di zucca:

  • aggiungere un'insalata per dare un gusto fresco;
  • a colazione, mescolare con noci, frutta secca tritata e yogurt;
  • infornare con olio d'oliva e cumino;
  • macinare i semi in un frullatore per ottenere il burro (se sono molto secchi, aggiungere un po 'd'acqua).

I semi di zucca possono essere molto benefici per il corpo se li includi nel tuo dieta. Noterai sicuramente un miglioramento della tua salute e delle tue condizioni generali.


Questo articolo è solo a scopo informativo. Non utilizzare l'automedicazione e, in ogni caso, consultare un medico certificato prima di utilizzare le informazioni contenute in questo articolo. Il Comitato Editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume la responsabilità per i mali o altre conseguenze derivanti dall'uso delle informazioni fornite in questo articolo.

Questo articolo è apparso per primo FABIOSA.FR