Camerun: Vicepresidente dell'Assemblea nazionale e sub-prefetto sciolto a Bangou


Theodore Datouo, 6e vicepresidente della camera bassa del Parlamento e il capo della terra sono gli alphage sui sigilli del capo di stato.

La voce di Theodore Datouo è arrabbiata: "Sono venuto stasera pronto! Combatterò con te! La minaccia MP Rdc di Bangou (Dipartimento degli altopiani, regione occidentale) e il sub-prefetto del distretto, Manou Diguir.


A coloro che cercano di riportarlo in sé, l'uomo che è anche il vicepresidente dell'Assemblea nazionale di 6 è ansioso di sollevare la domanda: "Non sono ubriaco. Non sono loquace, "e poi torna all'assalto del capo della terra," dai l'atto con cui la condanna è sigillata! ".

Prima, i due uomini si scambiarono alcune sciocchezze: "Monsieur sous-préfet, sei un piantagrane qui! Sei tu che metti il ​​b **** nel mio villaggio! "Datouo accusa. E il sous-préfet Manou Diguir per difendersi: "Hai seguito le sue dichiarazioni? si prende assistenza per testimoniare, ha detto che combatterà con me! ".

"Sembra che tu voglia persino prendermi a schiaffi," dice Datouo. "Io? Porta la mano su di te? Presidente, non sono un animale ", confuta il sottoprefetto. "Quindi la tua mano sta cercando qualcosa di fronte a me", chiede il parlamentare.

Ma a Teodore Datouo non importa e continua ad accusare, tremito di rabbia nella sua voce: "perché hai già assicurato la tua famiglia. Vuoi ucciderci prima di partire. Questa è la tua missione. Non succederà così. Abbiamo obbedito troppo. Sono qui per te per battermi. Avevi intenzione di uccidermi. Vai lì! "

In questo guazzabuglio, l '"onorevole" travolge il suo interlocutore: "il sub-prefetto ha detto che non esegue gli ordini del Ministro (dell'Amministrazione Territoriale, ndr) perché non è stato scritto ".

Lo scambio era iniziato meno tempestoso, questo giorno di 13 April 2019, davanti al capo superiore Bangou. Ciascuna delle due autorità cerca di far valere il proprio diritto.

Al mattino, il sub-prefetto viene informato che il vice oratore dell'Assemblea nazionale è venuto a rimuovere i sigilli che aveva chiesto alcuni mesi prima.

Lo scambio è teso. "Ho sigillato", dice il capo della terra. "In che qualità? Chiede il rappresentante eletto. "Come autorità amministrativa", risponde il sub-prefetto. "Non hai giurisdizione", contesta Theodore Datouo.

Lo scambio continua e la tensione sale fino a quando l'onorevole vicepresidente dell'Assemblea nazionale non si calma e si arrabbia con il sub-prefetto, che, confuso, non è tuttavia autorizzato a .

Le origini della lite risalgono all'inizio dell'anno 2019, quando in una corrispondenza firmata 18 gennaio 2019, il sottoprefetto di Bangou vieta l'organizzazione dei funerali del capo superiore di questa località. È il messaggero quotidiano che rivela il caso. Secondo il giornale, "la decisione dell'autorità amministrativa è motivata dagli scontri tra i diversi campi, sostenendo che la successione del compianto capo Bangou è morta a novembre 16 2018".

La decisione in risposta all'onorevole Theodore Datouo che la decisione di vietare detti funerali è anche legata alla morte dell'ex prefetto del Dipartimento di Highlands 13 di gennaio 2019. Inoltre, indica la corrispondenza del sub-prefetto Manou Diguir, la risoluzione di questa crisi dipende ora dalla decisione della "gerarchia alta" presa da entrambe le parti.

In questo capo, rimproverano al deputato con un passaggio in vigore, di voler organizzare i funerali del defunto re quando non ha qualità. Secondo i funzionari tradizionali, Theodore Datouo non è né un membro della famiglia né un leader notevole.


Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/04/16/cameroun-un-vice-president-de-lassemblee-nationale-et-un-sous-prefet-setripent-a-bangou/