Alcune reazioni dall'esterno di fronte al fuoco della Cattedrale di Notre Dame.

Visto da Londra: "In quel momento, che follia fingere di non essere tutti europei"
"I miei pensieri sono stasera con i francesi e con i servizi di emergenza che stanno combattendo il terribile incendio della cattedrale di Notre-Dame", ha twittato il primo ministro britannico Theresa May, mentre il sindaco di Londra Sadiq Khan ha dichiarato lo stesso canale: "Londra è triste con Parigi oggi e sempre in amicizia" evocando il "Scene strazianti della cattedrale di Notre Dame in fiamme".
Mentre il fuoco stava ancora infuriando, l'Arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, disse: "Questa sera, preghiamo per i vigili del fuoco che stanno combattendo il tragico incendio di Notre Dame e per tutti coloro che in Francia o altrove stanno guardando e piangono questo magnifico luogo sacro dove milioni di persone hanno incontrato Gesù Cristo".
Il messaggio di Becky Clark, direttore degli edifici della Church of England, era pieno di speranza: "La cattedrale di St Paul è stata distrutta nel grande incendio di Londra e quella di Coventry distrutta dalle bombe. Sono stati tutti ricostruiti, a volte in modo diverso, per ricordare l'eternità e la risurrezione che fonda la fede cristiana ".
Mettendo l'evento nel contesto di Brexit, il Guardian scrive nel suo editoriale: "Abbiamo la sensazione che il cuore della Francia e lo spirito dell'Europa siano stati improvvisamente strappati. (...) In quel momento, che follia fingere di non essere tutti europei. "
Philippe Bernard, corrispondente del mondo a Londra
La famiglia Pinault sblocca 100 milioni di euro per Notre-Dame de Paris, annuncia François-Henri Pinault.

"Questa tragedia colpisce tutti i francesi e oltre tutti coloro che sono attaccati ai valori spirituali. Di fronte a una simile tragedia, tutti vogliono restituire la vita a questo gioiello della nostra eredità ", scrive il presidente della holding di famiglia e il gruppo di lusso Kering.

"Mio padre (François Pinault, ndr) e io stesso abbiamo deciso di distribuire d'ora in poi i fondi di Artemis una somma di 100 di milioni di euro per partecipare allo sforzo che sarà necessario per la ricostruzione completa di Notre Dame" conclude.