In Sudafrica, voto arretrato dei sostenitori dell'ANC

Nella township di Alexandra durante l'incontro del presidente sudafricano Cyril Ramaphosa, il 11 April 2019, che si batte per la sua elezione nel sondaggio 8 di maggio. Sumaya Hisham / REUTERS

"Da 1994 abbiamo votato Nelson Mandela, Thabo Mbeki e Jacob Zuma, ma nulla è cambiato. Dovresti venire a casa mia, vedrai cosa sosteniamo e quanto soffriamo »sospiri, fatalisti, Aubrey Kutlawano.

Intorno a lui, lo stadio del comune di Alexandra, nel cuore della megalopoli di Johannesburg, svuotato in un batter d'occhio, giovedì 11 di aprile. Le ultime note del suo discorso sono volate a malapena, il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa ha diviso la folla circondato dalle sue guardie del corpo e si è precipitato nella sua limousine.

Leggi anche Sud Africa: corruzione, lavoro e terra nel programma 8 per le elezioni di maggio

Vicino alle griglie, i bambini si spingono a prendere una maglietta nei colori nero, giallo e verde dell'African National Congress (ANC), i cui leader sono riusciti a capo del paese sin dalla caduta dell'apartheid c'è un un quarto di secolo

Negli anni 42, Aubrey Kutlawano ha finito con l'ANC. "Solo persone motivate dal fascino del profitto che lavora solo per lorosi infuriò. Questa volta non voterò. "

Per settimane, Cyril Ramaphosa è passato dai forum alle riunioni in tutto il Sudafrica per cercare di convincere i suoi 27 milioni di elettori a dare ancora una volta il proprio voto alle elezioni politiche di maggio 8.

"Den of criminals"

Tutti i sondaggi prevedono ancora una maggioranza assoluta. Ma sul terreno, l'ex sindacalista vicino a Nelson Mandela lotta per contenere la delusione, anche la rabbia dei suoi seguaci.

Soprattutto ad Alexandra. Sotto le opulente torri di vetro e acciaio del quartiere degli affari di Sandton, la cittadina potrebbe essere la casa dei fallimenti dell'ANC.

Aprire discariche e fognature, piccole caserme con tetti in lamiera ondulata, strade rotte ... La maggior parte degli abitanti 200 000 del quartiere vive, o meglio sopravvive, senza elettricità, acqua o lavoro.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche Sud Africa: terre bianche, speranze nere

"Tutti si lamentano del fatto che Alex sia un paradiso per i criminali. Ma è perché le persone non hanno un lavoro "brontola uno di loro, Kgomotso Mosepidi.

"Dobbiamo volare per vivere"spiega il padre di otto, un laureato in informatica che è stato disoccupato per cinque anni.

Qui, lo straniero è un capro espiatorio designato.

"Vengono dal loro paese, trovano alloggio e non pagano nulla. Io, cittadino sudafricano, devo pagare l'affitto, la mia acqua e la mia elettricitàurlò Nana Zweni, madre del disoccupato 44. Lo stato non fa niente per noi, loro sono lì solo per recuperare le nostre voci. "

Anche arrabbiata, ammette che voterà ancora per l'ANC. "Questo è il movimento di liberazione, ci hanno reso liberi. E poi Cyril ci dà motivi per sperare, dice lei. Meglio un diavolo di quanto sappiamo. "

Questo è il paradosso di questa elezione. Nonostante gli scandali di corruzione, nonostante la disoccupazione, l'ANC conserva la fiducia della maggioranza della popolazione.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche In Sud Africa, "Anche il papa, lo avremmo corrotto"

A 300 km a sud di Alexandra, il Capo dello Stato ha le stesse speranze per un futuro migliore.

Quel giorno, gli abitanti della cittadina di Thabong, nella città mineraria di Welkom, si precipitano in un campo fangoso come le loro strade per salutare il capo dell'ANC.

Le loro lamentele sono numerose. "Dato che siamo stati in una democrazia, nulla è davvero cambiato, slip Tau Mphasa, 54 anni disoccupati da nove anni. Viviamo ancora in caserma, stiamo ancora lottando per l'accesso ai servizi di base. "

Ma anche lui ha deciso di dare un'altra possibilità alla festa del compianto Nelson Mandela. "Ma questa è l'ultima volta, Ha detto. Se non mantiene le sue promesse, andrò altrove. "

"Responsabilità verso gli altri"

Welkom e Johannesburg delusi, il capo dello stato ha promesso nuove case, tablet per i loro bambini e "Una vita migliore".

"Dobbiamo rispondere al dolore e alla sofferenza delle nostre persone"disse loro, scandendo i suoi discorsi"Amandla! " (" Potere ! ") ripreso in coro dalla folla come ai tempi della lotta rivoluzionaria.

Ad Alexandra, Cyril Ramaphosa non poteva fare a meno di scalfire il sindaco dell'opposizione di Johannesburg, la più grande città del paese.

Cyril Ramaphosa durante una visita elettorale nella cittadina di Khayelitsha, vicino a Città del Capo, 27 febbraio 2019.
Cyril Ramaphosa durante una visita elettorale nella cittadina di Khayelitsha, vicino a Città del Capo, 27 febbraio 2019. Sumaya Hisham / REUTERS

"Il governo locale dovrebbe risolvere i tuoi problemi, ma il tuo sindaco ha paura di venire quiha scherzato. È tempo di votare ANC! "

Tutto ha guadagnato dalla causa della festa, la folla ha applaudito tutto in una volta. Tranne il rispetto di Nethanani.

Leggi anche Nel cuore delle township sotto l'apartheid

"Cercano di incolpare gli altri per la situazione, ma sono al potere da venticinque anniesclama questo disoccupato, un altro, 34 anni. Non so per chi votare, ma sicuramente per l'ANC. "

"Cyril è un bravo ragazzoobiettò Jacob Mpho, una festa inarrestabile. Voterò per l'ANC perché mi fido di lui. Ma piango tutti i giorni. "

Questo articolo è apparso per primo https://www.lemonde.fr/afrique/article/2019/04/16/en-afrique-du-sud-le-vote-a-reculons-des-partisans-de-l-anc_5450872_3212.html?xtmc=afrique&xtcr=1