Ciad: 7 soldati uccisi e 15 feriti nel nuovo attacco Boko Haram - JeuneAfrique.com

Des membres nigérians de Boko Haram ont attaqué la localité de Bouhama, dans la région du lac Tchad, dans la nuit de dimanche à lundi. Le bilan communiqué par l’armée s’élève à sept militaires tchadiens tués et quinze blessés, et XNUMX morts parmi les « terroristes ».

"I terroristi hanno attaccato le nostre forze a mezzanotte nella città di Bouhama intorno Kaigakindjitia nella zona del Lago Ciad", ha detto il colonnello Azem Bermandoa, portavoce dell'esercito, dicendo che "i terroristi sono stati uccisi 63 ". Il ministro della Difesa ciadiano Daoud Yaya Brahim e il capo di stato maggiore delle forze armate Taher Erda sono stati inviati sul posto lunedì 15 di aprile per "valutare la situazione", secondo il colonnello Azem.

Capo del personale delle forze armate nominato di recente, Taher Erda è un caro amico del presidente Idriss Deby Itno. Ha sostituito Brahim Seid Mahama 22 lo scorso marzo. Era stato licenziato a seguito di un attacco da parte di Boko Haram nel sud-ovest del paese in cui sono stati uccisi 23 soldati ciadiani, uno degli attacchi più mortali subite dall'esercito dall'inizio della combattere contro gli islamisti.

Rinascita di attacchi

La regione del Lago Ciad è teatro di nuovi attacchi di Boko Haram. In un rapporto pubblicato di recente, la Federazione internazionale per i diritti umani (FIDH) preoccupato per la ripresa degli attacchi del gruppo jihadista nella regione del Lago Ciad, specialmente sul lato ciadiano. "Il Ciad, relativamente risparmiato dalla minaccia Boko Haram dopo gli attacchi mortali di 2015, è di nuovo al centro del gruppo terroristico dalla metà di 2018", ha osservato il rapporto.

Da giugno 2018, almeno sette attacchi Boko Haram hanno avuto luogo in territorio ciadiano, dove i combattenti jihadisti nigeriani non sono quasi intervenuti per diversi mesi. "Le minacce di Boko Haram contro il Ciad sono estremamente gravi e inquietanti, dopo due anni di calma," allertato anche il presidente del Ciad Lega per i diritti umani (LTDH), Me Midaye Guerimbaye, nello stesso rapporto.

Lotta regionale

L'insurrezione Boko Haram, che ha avuto inizio nel 2009 nel nord-est della Nigeria, ha sostenuto più di morti 27 000 1,8 e milioni di sfollati nel paese, e ha vinto il Niger, Ciad e vicino Camerun. L'aprile 10, Diffa, la grande città del Niger sud-orientale, fu colpito dai jihadisti nigeriani. In Camerun, almeno sette soldati sono stati uccisi dall'inizio del mese nel nord del paese, dove sono schierati per contrastare gli attacchi del gruppo jihadista.

Dal 2015, i paesi della regione combattono contro Boko Haram nella Multinational Joint Force (MMF), una coalizione regionale impegnata nella regione del Lago Ciad con l'aiuto di comitati di vigilanza composti da cittadini locali.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA