SpaceX ha perso il suo nucleo di Falcon Heavy a beneficio dell'oceano - BGR

La scorsa settimana, SpaceX ha finalmente fatto qualcosa che non aveva mai fatto prima. Ha lanciato il Falcon Heavy nella sua prima missione commerciale, e quando il suo trio di propulsori è tornato sulla Terra, ha inchiodato i tre sbarchi. È stata un'impresa straordinaria, e lo è ancora, ma sfortunatamente Madre Natura aveva altri piani per rafforzare il nucleo di Falcon Heavy.

In un annuncio che la società certamente non avrebbe dovuto dare, SpaceX ha rivelato Limite che il ripetitore centrale Falcon Heavy era stato inghiottito dall'oceano dopo essere atterrato in sicurezza sul drone della compagnia.

SpaceX ha descritto lo sfortunato evento come segue: Il team di recupero non è stato in grado di garantire il ritiro del centro per il suo viaggio di ritorno a Port Canaveral. Quando le condizioni peggiorarono con i rigonfiamenti da otto a dieci piedi, il booster cominciò a cambiare e alla fine non riuscì a reggersi. Mentre speravamo di riportare il richiamo intatto, la sicurezza della nostra squadra ha sempre la precedenza.

Apparentemente, la compagnia è riuscita a recuperare il richiamo dell'oceano, Elon Musk rivelando su Twitter che i motori del richiamo sembravano "corretti", ma che dovrebbero essere attentamente controllati: [19659008] I motori sembrano andare bene, in attesa di ispezione

- Elon Musk (@elonmusk) 16 di aprile 2019

L'acqua di mare può danneggiare gravemente molti componenti sensibili del razzo e assicurare che il materiale di schiacciamento sia esposto sul fondo. Ocean è totalmente privo di corrosione o accumulo è un compito difficile.

Ciononostante, SpaceX ha già annunciato l'intenzione di riutilizzare le carenature nasali Falcon Heavy in un altro lancio prima della fine dell'anno. Le carene si sono anche tuffate nell'oceano e sono state rapidamente recuperate da SpaceX. Sembra quindi che l'azienda sia convinta di poter annullare gli effetti dell'acqua di mare su almeno alcune delle sue costose parti di razzi.

SpaceX ha quasi raggiunto una corsa totale con il secondo lancio di Falcon Heavy, ma sembra che ci siano ancora dei progressi da fare. Forse la prossima volta.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR