Philippe annuncia una competizione internazionale per la freccia

Édouard Philippe ha annunciato mercoledì alla fine del Consiglio dei ministri il lancio di un concorso internazionale per ricostruire la guglia della cattedrale di Notre-Dame, che è andata in fumo lunedì sera.

Competizione internazionale e tagli fiscali specifici: due idee convalidate durante il Consiglio dei ministri per aiutare a ricostruire il Cattedrale di Notre-Dame de Paris. Il capo del governo Édouard Philippe ha annunciato Mercoledì, 17 aprile, il lancio di un "concorso internazionale di architettura sulla ricostruzione della guglia" di Notre-Dame de Paris, distrutto nell'incendio che ha devastato la cattedrale lunedì notte.

L'obiettivo è "dare a Notre-Dame una nuova freccia adattata alle tecniche e ai paletti del nostro tempo", ha annunciato, dopo un consiglio dei ministri dedicato esclusivamente alla ricostruzione della cattedrale .

>> Da leggere: Notre-Dame de Paris: le sfide della ricostruzione

Il primo ministro ha anche annunciato che la prossima settimana verrà presentato un disegno di legge per dare un "quadro legale" alle donazioni per la ricostruzione di Notre-Dame.

Questo disegno di legge fornirà una particolarmente speciale riduzione fiscale 75% per le singole donazioni a euro 1 000, contro il 66% oltre tale importo, mentre "le imprese potranno beneficiare dei tagli fiscali, ha detto la sponsorizzazione , nelle condizioni attuali ", ha detto il Primo Ministro.

Incontro per il lancio della ricostruzione mercoledì pomeriggio

Quattro organizzazioni (Fondation Notre-Dame, Fondation du Patrimoine, Fondation de France e Centre des musées nationaux) sono responsabili della raccolta di donazioni per la ricostruzione di Notre-Dame de Paris. È possibile accedere ai siti Web di queste organizzazioni direttamente o tramite un sito Web (www.gouvernement.fr/rebatirnotredame) lanciato mercoledì dal governo.

Un incontro presieduto da Emmanuel Macron per il "lancio della ricostruzione di Notre-Dame de Paris" si terrà nel pomeriggio, a 16 h 00, all'Eliseo. Y sarà presente Edouard Philippe, i ministri Bruno Le Maire (Economia), Gerald Darmanin (conti pubblici) e Franck Riester (Cultura), il sindaco di Parigi Anne Hidalgo, il direttore generale dell'Unesco Audrey Azoulay, l'arcivescovo di Parigi Michel Aupetit, così come Stéphane Bern, responsabile della missione per il patrimonio e presidente del Centre des monuments nationaux Philippe Bélaval.

Mentre il presidente della Repubblica ha dichiarato martedì sera che Notre-Dame sarebbe stata ricostruita in cinque anni, quasi un miliardo di euro di donazioni sono già state promesse in meno di 48 ore.

Articolo Fonte: https://www.france24.com/fr/20190417-direct-edouard-philippe-france-conseil-ministres-reconstruction-notre-dame