Marocco: aumentare i salari dei dipendenti pubblici potrebbe costare 8 miliardi di dirham - JeuneAfrique.com

L'aumento degli stipendi dei dipendenti pubblici proposti ai sindacati dovrebbe costare più di 8 miliardi di dirham (738 milioni) al bilancio dello Stato. Ecco il dettaglio del calcolo.

Dopo aver ereditato all'inizio dell'anno il file di dialogo sociale, Ministro degli Interni Abdelouafi Laftit finalmente fatto un'offerta che i sindacati non possono rifiutare: un aumento generale dei salari per i dipendenti pubblici, oltre alla prospettiva di un miglioramento del 10% del reddito minimo nel settore privato. Una proposta molto più generosa rispetto alle varie offerte fatte da il capo del governo Saadeddine El Othmani durante i primi due anni del suo mandato.


>>> LEGGI - Marocco: migliaia di insegnanti "a contratto" sospendono il loro sciopero


Dal punto di vista esecutivo, non vengono forniti dati sul costo di questi aumenti, la cui prima tranche sarà erogata già a maggio. Ma è chiaro che questa pace sociale, negoziata dopo anni di blocco, non sarà senza conseguenze sulle finanze dello Stato.

L'offerta iniziale del governo - che prevedeva un aumento di dirhams di 300 solo per funzionari di grado inferiore - aveva un costo stimato dagli specialisti in 4 miliardi di dirham (369 milioni). D'ora in poi, l'aumento è di dirham 500 per questa categoria di funzionari 700 000. A ciò si aggiunge un aumento dei dirham 400 per i dirigenti del settore pubblico, al sesto posto nella scala 10, o delle persone 100 000.

70% delle entrate fiscali ingerite

Proprio questi aumenti dovrebbero costare intorno a 7 miliardi di dirham. Accoppiato con la rivalutazione degli assegni familiari, l'indennità di trasloco e il bonus di consegna, gli analisti stimano il conto sociale a più di 8 miliardi di dirham, per pagare entro gennaio 2021. A partire da questa data, il libro paga pubblico sarà ben al di sopra dell'attuale miliardo di 134, compresi i contributi all'assicurazione pensionistica e sanitaria. Una quantità stratosferica che inghiotte già il 70% delle entrate fiscali.

Mentre questa misura a favore dei dipendenti pubblici è quasi confermata dall'esecutivo, non è ancora il caso della promessa fatta al settore privato

Mentre questa misura a favore dei dipendenti pubblici è quasi confermata dall'esecutivo, non è ancora il caso della promessa fatta al settore privato. L'aumento del 10% del salario minimo industriale (Smig) e dei salari agricoli (Smag) attende ancora la convalida finale e l'annuncio da parte dei datori di lavoro. C'è molto da lasciare la confederazione generale delle imprese del Marocco (CGEM) scettico: Smig ha aumentato i tempi di 21 negli ultimi quarant'anni. L'ultimo aumento risale a 2015, quando la Smig oraria è stata rivista in dirhams 13,46, su dirhams mensili 2 500.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA