Per Emmanuel Simh, c'è una "inesorabilità nei confronti dell'MRC"

Dopo le recenti uscite del Ministro dell'amministrazione territoriale (Minat) Paul Atanga Nji circa Movimento per il Rinascimento del Camerun (MRC), il 3e vice presidente di questo partito Emmanuel Simh non ha esitato a pronunciarsi sull'argomento.

Me Emmanuel Simh (c) Tutti i diritti riservati

Nel giornale Giorno di 15 Aprile 2019, Me Emmanuel Simh, crede che Paul Atanga Nji, proibendo le manifestazioni del MRC, abbia traboccato le sue competenze.

Il consiglio sostiene in questo senso che l'atto del ministro Atanga Nji è la prova che siamo in un regime dittatoriale: "rafforza l'idea che abbiamo da allora sapere che questo regime è monolitico dove è vietato esprimersi altrimenti si nascondeDice nelle colonne del diario di Hamann Mana.

Per 3e Il vice presidente di MRC, Atanga Nji non ha possibilità di vincere il processo «Il Minat non può vincere questa prova. È incompetente nel proibire una riunione. Ha anche superato la sua giurisdizione, perché una riunione pubblica è vietata da un decreto e non da un comunicato come ha fatto il Ministro dell'amministrazione territoriale, Paul Atanga NjiDice lui.

Secondo l'avvocato, c'è una implacabilità contro il MRC: "La implacabilità politica con il divieto delle nostre attività, la implacabilità della polizia con l'arresto e l'arresto giudiziario con le accuse e sequestriDice lui.

Questo articolo è apparso per primo https://www.lebledparle.com/actu/politique/1107392-affaire-mrc-pour-emmanuel-simh-il-y-a-un-acharnement-contre-le-mrc