La reazione al rapporto di Mueller si divide lungo linee partigiane: il New York Times

"Il Procuratore Generale ha presentato un rapporto dalle pagine 400 che non era tenuto a fornire", ha detto Collins. "Il Procuratore generale è pronto a testimoniare davanti a questo comitato e chiedere allo speciale avvocato di fare lo stesso. Tuttavia, il presidente Nadler non è a conoscenza di questa trasparenza in buona fede senza nemmeno seguire le proposte del dipartimento per rivedere i documenti. "

La presidente della California, Nancy Pelosi, si è opposta pubblicamente all'impeachment, a meno che i democratici non possano ottenere un sostegno bipartisan alla Camera. il Senato, dove sarebbero necessari i repubblicani 20 per ottenere il voto dei due terzi richiesto per la condanna.

La sig.ra Pelosi ha programmato una conference call per tutti i democratici alla Camera lunedì per discutere di ciò che ha definito "serio". Parlando ai giornalisti a Belfast, nell'Irlanda del Nord, dove si è incontrata con i leader politici venerdì mattina, Pelosi ha detto che non l'avrebbe fatto. In linea di principio, criticare il presidente al di fuori del paese.

Ma lei ha sottolineato che il Congresso non sarebbe rimasto il prossimo. "Riteniamo che l'articolo I, il legislatore, abbia la responsabilità di monitorare la nostra democrazia e la eserciteremo", ha affermato.

Affronta una riluttante base liberale che la costringe ad andare oltre e aprire un'indagine sull'accusa.

"Molte persone sanno che non mi piacciono i discorsi di impeachment", ha detto il rappresentante Alexandria Ocasio-Cortez, una matricola a New York, su Twitter . "Ma", ha aggiunto, "il rapporto lo mette esattamente sulla nostra porta".

Altri democratici erano più riluttanti, dicendo che il partito era in una posizione migliore per difendere il futuro nella campagna elettorale.

"Dovremmo assolutamente vedere l'intero report non modificato", ha detto il rappresentante del New Jersey Josh Gottheimer. "Ma se trascorriamo i prossimi sei mesi ossessionati da questo, invece di formazione professionale, assistenza sanitaria e infrastrutture, sarebbe un grosso errore".

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su NEW YORK TIMES