Elezioni presidenziali in Ucraina: tra Poroshenko e Zelensky, "la partita è piegata"

Nominato per il secondo turno delle elezioni presidenziali in Ucraina, Petro Poroshenko e Volodymyr Zelensky scontrati Venerdì in un dibattito che non dovrebbe mettere in discussione la vittoria annunciato l'attore 41 anni, debuttante politico.

Mentre le persone ukrainien si prepara ad eleggere, domenica, aprile 21, il suo nuovo presidente, un uomo reso solo al comando:Volodymyr Zelensky, ottimo vincitore del primo turno. il comico di 41 anni, novizio in politica, ha vinto più del 30% dei voti, il doppio del punteggio del suo principale avversario, il presidente in carica Petro Poroshenko. Un grande vantaggio che dovrebbe ulteriormente aumentare nel secondo turno in base ai sondaggi.

"Sono il frutto dei tuoi errori"

"Non sono un politico. Sono un uomo semplice venuto a rompere questo sistema ", ha detto il candidato comico in apertura del dibattito televisivo organizzato allo Stadio Olimpico di Kiev, venerdì 19 aprile.

Di fronte a migliaia di entusiastici partigiani, Volodymyr Zelensky si ergeva come baluardo contro la corruzione delle élite. E si è presentato come un candidato moderno, onesto e naturale, il nuovo volto che l'Ucraina ha bisogno: "Sono il frutto dei tuoi errori e delle tue promesse", ha detto, il suo avversario Presidente Poroshenko.

Volodymyr Zelensky è stato fino ad allora conosciuto come il protagonista della serie televisiva "Servant of the People". È l'incarnazione di un professore di storia che è diventato presidente e combatte la corruzione degli oligarchi. Dall'inizio della campagna, ha giocato fino al massimo della carta del suo personaggio, arrivando al punto di dare il nome della serie al suo partito politico.

Per il corrispondente francese 24 Gulliver Cragg, questo candidato è un riflesso del suo tempo: "L'Ucraina è in una tendenza globale con star dello spettacolo che entrano in politica, come Donald Trump. Volodymyr Zelensky ha basato tutta la sua campagna sui social network. Gli altri candidati furono costretti ad adattarsi ".

Se ha vinto la battaglia dell'immagine a pieni voti e promette di combattere la corruzione, Volodymyr Zelensky ha ancora molto da fare per diventare presidente. "Il suo programma resta da chiarire, spiega alla Francia 24Tatiana Kastouéva-Jean, ricercatrice dell'IFRI. A livello nazionale, può contare su due scelte, i ministri delle finanze e dell'economia, ma per la politica internazionale è la completa vaghezza.

Un presidente in caduta libera

Mentre il paese è impantanato nella crisi economica, il presidente in carica per cinque anni, Petro Poroshenko, ha suscitato un forte rifiuto. Per Galia Ackerman, capo dell'ufficio russo della rivista International Politics, il voto controverso è dovuto principalmente al drammatico calo del tenore di vita. Questo problema è in gran parte attribuibile agli organismi internazionali. "Per fornire prestiti, l'UE e il FMI hanno chiesto che l'Ucraina aumentasse significativamente il prezzo degli idrocarburi", decifra Galia Ackerman. Hanno fissato quote molto restrittive per i prodotti ucraini mentre l'Ucraina ha perso gran parte del mercato russo. Le persone sono diventate notevolmente più povere. "

Risultato: Petro Poroshenko oggi cristallizza tutti i critici. Mentre aveva promesso di combattere la corruzione, ha dovuto licenziare un vicino accusato di appropriazione indebita a un mese del primo turno. Durante il dibattito, Volodymyr Zelensky si è avventurato: "Com'è possibile che uno dei paesi più poveri sia guidato dal più ricco presidente della sua storia?", Ha affermato. al suo avversario.

Petro Poroshenko ha criticato la "totale incompetenza" del suo rivale, che accusa di "giocare con il paese". Ma per Florent Parmentier, insegnante di Sciences Po e direttore del sito web di EurAsia, il risultato dell'elezione è senza dubbio: "La partita è piegata. C'è un tale rifiuto del potere che perfino l'indecisione non sembra avvantaggiare il presidente ".

L'ombra russa

Un altro tema chiave del dibattito è il conflitto con la Russia. Il presidente Petro Poroshenko ha rappresentato l'unico difensore degli interessi ucraini contro Mosca. "Un attore inesperto non può fare la guerra con l'aggressore russo", ha avvertito.

Un posizionamento che ha costantemente martellato durante la sua campagna con lo slogan evocativo: "Esercito, lingua, fede". Da parte sua, Volodymyr Zelensky, di lingua russa, ritiene che le lingue russa e ucraina debbano essere in grado di coesistere. Una posizione che macina ad ovest, dove molti cittadini vedono la promozione della lingua ucraina come garanzia della sovranità del paese.

Volodymyr Zelensky sta giocando la carta della lingua russa per posizionarsi come mediatore, promettendo di riavviare le discussioni con Mosca, ora in fase di stallo. Una strategia intelligente secondo Tatiana Kastouéva-Jean: "Si oppone alla retorica di guerra del governo una visione pacificatrice. Tuttavia, le priorità sono cambiate in Ucraina, le persone chiedono soprattutto riforme contro il costo della vita e la corruzione.

I sostenitori di Petro Poroshenko hanno cercato di screditare Volodymyr Zelensky, accusando l'attore di conflitti di interesse con la Russia. Ma nessun elemento concreto ha finora permesso di affermare questa tesi.

Il test legislativo

Se l'elezione di Volodymyr Zelensky sembra essere in anticipo, gli occhi si stanno già dirigendo verso la fase successiva, le elezioni legislative previste per ottobre.

"Ci sono sei mesi tra le due scadenze, un tempo estremamente lungo in politica", spiega Tatiana Kastouéva-Jean. "Volodymyr Zelensky dovrà lottare per la maggioranza parlamentare, oppure l'entusiasmo si crea il rischio di cadere se gli annunci e le azioni concrete non sono in attesa per te." Un'analisi condivisa da Florent Parmentier: "Il gioco sarà nuovo aperto. È molto probabile che il partito di Poroshenko possa iniziare un ritorno politico oggi ad ottobre. "

Fonte dell'articolo: https://www.france24.com/en/20190419-presidential-ukraine-porochenko-zelensky-debat-second-tour