Il Bayern Monaco apre la sua prima scuola di calcio in Africa! - Culturebene

La famosa squadra della Bundesliga Bayern Monaco aprirà presto la sua prima scuola di calcio in Africa, e il paese scelto per ospitare l'infrastruttura è l'Etiopia.

Qualche giorno fa, è stato firmato un accordo tra i leader del calcio etiope e il club bavarese che è già stato 28 volte campione della Germania e 4 volte vincitore della Champions League. L'ex attaccante brasiliano Giovane Elber ha fatto il viaggio come ambasciatore del marchio Bayern Monaco.

Va detto che questo è un progetto che non sorprende dal fatto che per cinque anni un tedesco ha guidato lo sviluppo del progetto etio-germanico nel calcio. Questo è Joachim Fickert. Aveva portato l'allenatore della selezione tedesca di meno di 20 anni agli allenatori di giovani etiopi. È in questa logica che sono stati stabiliti collegamenti con il Bayern Monaco.

L'ex arbitro e istruttore della FIFA Gizateh Alemu attende con impazienza l'arrivo del Bayern in Etiopia "Ci sono così tanti tifosi del Bayern Monaco qui, specialmente durante la Champions League e poi con i Mondiali, quando la Germania era ai vertici del calcio mondiale. Quindi è una bella idea. »

Sempre secondo Gizateh. " Ciò che ci manca in Etiopia è la disciplina tattica. I nostri giocatori a livello nazionale non hanno avuto un allenamento di questo tipo in tenera età. Si sono appena allenati da soli, nella loro regione d'origine, senza che nessuno mostrasse loro come giocare, come seguire una tattica di squadra. "

I tecnici tedeschi viaggeranno regolarmente in Etiopia per addestrare gli allenatori del round-robin etiope.

Inoltre, i funzionari etiopi vogliono che la scuola porti tecnologia, come ha giustamente sottolineato il direttore tecnico della Federcalcio etiope, Mekonnen Kur: " Il paese non è così povero, può comprare palloncini e maglie. I nostri problemi sono la tecnologia, i concetti e le conoscenze calcistiche, tutto ciò deve essere introdotto nel calcio etiope. Ad esempio, l'analisi delle partite è uno dei migliori strumenti al mondo in questo momento e non ce l'abbiamo. Ma dovremmo. »

LEGGI DI PIÙ QUI