Il lander lunare di SpaceIL si è schiantato a causa del "controllo manuale" - BGR

Sono passate due settimane da quando il primo tentativo di Israele di sbarcare sulla Luna è stato disastroso all'ultimo momento. Il lander di Spaceil Beresheet si è schiantato sulla luna dopo quello che sembrava essere una sorta di guasto al motore negli ultimi istanti dell'approccio, ma stanno emergendo nuove informazioni che potrebbero indicare che il motore potrebbe avere una buona ragione per fermarsi.

Una recente dichiarazione di SpaceIL fornisce un po 'più di contesto per la sfortunata fine della missione, anche se molte domande rimangono irrisolte.

"Secondo un'indagine preliminare sulla manovra di atterraggio di Beresheet, la sonda israeliana, sembra che sia stato inserito un comando manuale nel computer della navicella", si legge nella dichiarazione. "Questo ha causato una reazione a catena nel veicolo spaziale, durante il quale il motore principale è uscito, il che ha impedito che diventasse più attivo."

Durante la trasmissione in diretta della discesa finale della sonda, tutto sembrava andare bene fino all'arresto del motore. Gli ingegneri intelligenti di SpaceIL hanno ordinato alla sonda di riavviare il motore, che è riuscito a rimuoverlo da terra, ma l'LG stava già collassando sulla superficie lunare e non è stato in grado di recuperare.

Fu meno di una conclusione lampante del primo tentativo israeliano di far atterrare un veicolo spaziale sulla luna, ma SpaceIL non prese la sconfitta mentre giaceva. La società sta già lavorando su quello che viene chiamato "Beresheet 2.0" e intende sbarcare il più presto possibile su un satellite sulla Luna. I dettagli di questa missione e la sua possibile data di lancio restano da determinare.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR