Camerun - Crisi inglese: la regione occidentale in pericolo!


Vicina al nord-ovest e al sud-ovest, in crisi da più di 30 mese, la regione occidentale conosce un grave rischio di conflagrazione. Le autorità stanno suonando l'allarme.

È necessaria un'azione urgente nella regione occidentale. La crisi socio-politica che ha scosso le regioni limitrofe del Nord-Ovest e del Sud-Ovest da ottobre 2016 sta già producendo i suoi effetti in Occidente. Oltre agli incessanti arrivi degli sfollati, questa regione sta subendo incursioni da parte di bande armate, nonché il fenomeno del rapimento.


Secondo i dati forniti da JADE (Giornalisti in Africa per lo sviluppo), più di 50 000 spostato della crisi anglofona hanno già preso residenza nella regione occidentale. Queste cifre ufficiali sono senza dubbio molto al di sotto della realtà. Tre dipartimenti sono all'avanguardia: Menoua (10 000 spostato), il Dipartimento di Bamboutos (20 000 spostato) e il sostantivo (20 000 spostato)

La loro cura, fino ad ora, è fornita da individui. Questi, per lo più eletti locali, affermano di essere già sopraffatti. "Appena arrivo al villaggio, trovo sempre più anglofoni 200 sfollati seduti a casa mia ad aspettarmi. La maggior parte sono bambini che non vanno nemmeno a scuola. Molti non hanno niente da mangiare, altri non hanno vestiti. A questo devono essere aggiunti casi di malattia. Tutti mi chiedono di trovare una soluzione ai loro problemi. Ogni volta, devo mettermi una mano in tasca per aiutarli. Ma è troppo! Soprattutto dal momento che arrivano sempre più numerosi. Noi, gli individui, siamo stanchi di fare spese. Se il governo si assume la responsabilità o viene rimandato a casa, tempesta Jean Tsomelou, ex senatore e attuale segretario generale di Fronte socialdemocratico (SDF).

Questa situazione provoca saturazione nelle scuole. Il caso Scuola elementare di Nbetnkoun, situata a Noun. "I bambini vengono qui ogni giorno. Stanno fuggendo dalla guerra, soprattutto nel nord-ovest, dal momento che si trova a poche miglia da qui. Sono seduti per terra perché non abbiamo un tavolo da banco. Ci siamo lamentati con l'amministrazione, ma finora non è stato fatto nulla "., si lamenta Brunhilda Kuah, il direttore del gruppo 1.

A ciò si deve aggiungere il rallentamento dell'attività economica, in particolare il commercio e la crescente insicurezza. Le città di Mbouda e Bangourain hanno già registrato numerosi attacchi. Incursioni di bande armate presentate come combattenti separatisti in aree di lingua inglese. Anche la presa di ostaggi è in aumento, specialmente nella città di Fongo-Tongo.

Per ora, le autorità non hanno ancora trovato una risposta adeguata a questo rischio di conflagrazione. Il governatore della regione occidentale, Awa Fonka Augustine, invita i municipi a mobilitarsi per promuovere l'integrazione degli sfollati.


Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/04/24/cameroun-crise-anglophone-la-region-de-louest-en-danger/