Ambiente: quando la casa comune brucia, viene richiesto il contributo di ciascun residente

Lunedì 22 April 2019 è stata la Giornata internazionale della Madre Terra. Questa giornata è l'occasione preferita per incoraggiare gli abitanti (uomini) di questo pianeta a azioni più concrete volte a preservare la vita sulla sua superficie. Questo terzo pianeta del sistema solare è infatti vittima della stravaganza dell'uomo che surriscalda la sua superficie. Per il suo raffreddamento, il contributo di ogni residente (uomo) è sollecitato.

« Il Lunedi Nazioni Unite celebra la Giornata Internazionale della Madre Terra, l'occasione per ricordare a ciascuno di noi che la Terra ei suoi ecosistemi ci forniscono la vita e sostentamento ". Questa frase delle Nazioni Unite in occasione della Giornata internazionale della Madre Terra meglio riassume lo scopo di questa celebrazione. L'uomo è certamente il più ragionevole di tutti gli esseri, ma il più pericoloso di tutti allo stesso modo. Se la casa comune brucia oggi, è a causa delle attività incessanti di questo essere ragionevole. Gli scienziati hanno costantemente attirato l'attenzione sul riscaldamento di questo pianeta al di sopra della media. Questo spiegherebbe l'aumento della temperatura nel nostro paese di anno in anno e la scomparsa dei grandi mammiferi che hanno protetto la nostra flora. Oltre a questo, stiamo assistendo ad un'instabilità climatica evidente soprattutto in Mali dove quest'anno 2019 ha piovuto da marzo. Qualcosa che non era accaduto per quasi anni 20, dice un CMDT in pensione.

A cosa si riferisce questo riscaldamento della terra? Inquinamento atmosferico Questo fenomeno è causato dai gas rilasciati da attività umane come incendi boschivi, fumo proveniente da vecchi veicoli provenienti dall'Europa, esalazioni da industrie, ecc. Diremo poi l'uso accanito dei motori a combustione interna e dell'elettricità dall'altra. Pertanto, coloro che sono abituati a vivere nelle zone rurali possono dare conferma, la temperatura è più morbida in queste aree rispetto alle aree urbane. Aggiunto a tutte queste intense deforestazioni che generano l'avanzata del deserto e aumentano indirettamente la temperatura della superficie del pianeta Terra.

Siamo quindi condannati a subire questa atrocità? No. È richiesto un cambiamento di comportamento per ognuno di noi. Quando il fuoco consuma la casa comune, il contributo di ciascun membro conscio o maturo della famiglia viene sollecitato per la sua ricostruzione. L'esperienza arriva dai paesi occidentali dove organizziamo giornate senza auto, senza telefono, ecc. Durante questi giorni iniziati a ridurre il riscaldamento globale, tutti parcheggiano la sua auto per andare in bicicletta o in una maratona. Questo tipo di iniziative deve moltiplicarsi in tutto il mondo. Per quanto riguarda il lato dell'elettricità, le lampadine a minor consumo di energia come le lampadine a LED devono essere utilizzate parecchio, l'uso di energie rinnovabili deve moltiplicarsi. La fauna e la flora devono essere conservati combattendo contro il taglio eccessivo del legno e invitando alla riforestazione. Questo è necessario perché esiste una forma di interdipendenza tra gli esseri di questo pianeta. Per riuscire nella scommessa, dovrebbe concentrarsi sull'educazione. Ecco perché il Presidente dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, Maria Fernanda Espinosa, ha suggerito in questo giorno: Siamo l'ultima generazione in grado di evitare danni irreparabili al pianeta e ai suoi abitanti. Siamo ad un bivio ».

Fousseni TOGOLA

Fonte: il paese

Questo articolo è apparso per primo http://bamada.net/environnement-quand-la-maison-commune-brule-la-contribution-de-chaque-resident-est-sollicitee