Due kamikaze dello Sri Lanka erano figli del magnate delle spezie di Colombo, hanno riferito fonti

I fratelli Imsath Ahmed Ibrahim e Ilham Ahmed Ibrahim sono i figli del commerciante di spezie Mohamed Ibrahim, hanno riferito due fonti informate. Mohamed Ibrahim è il fondatore di Ishana Exports, con sede a Colombo, che si definisce "il più grande esportatore di spezie dello Sri Lanka dal 2006".

Mohamed Ibrahim è stato una delle decine di persone arrestate a seguito degli attacchi, che hanno ucciso persone 359 e ferite più di 500, hanno riferito le fonti alla CNN. Un video mostra Ibrahim portato via dalla polizia. Le autorità non hanno annunciato alcuna accusa contro di lui.

Le identità dei fratelli sono state pubblicato per la prima volta da dai media della stampa indiana Firstpost, citando fonti di intelligence in India. La CNN non è stata in grado di contattare Mohamed Ibrahim o altri membri della sua famiglia per commenti.

Il ministro della Difesa dello Sri Lanka, Ruwan Wijewardene, ha detto ai giornalisti in una conferenza stampa che i responsabili degli attacchi della domenica di Pasqua sono stati ben istruiti, da famiglie della classe media e finanziariamente indipendenti. . Questo è un "fattore preoccupante", ha detto.

Un poliziotto dello Sri Lanka sorveglia una moschea a Colombo, nello Sri Lanka.

Secondo i vicini e membri della comunità musulmana di Colombo, gli Ibrahim sono una delle famiglie musulmane più ricche della capitale, con legami con l'élite politica e politica del paese.

Pamuditha Anjana, una vicina del distretto di Dematagoda a Colombo, ha detto alla CNN che la famiglia Ibrahim era "molto ben collegata, molto ricca, ma anche politicamente legata".

Reyyaz Salley

Reyyaz Salley, presidente della moschea Dewatagaha a Colombo, una delle più grandi e antiche della città, è stata dichiarata "una persona molto gentile, una persona che ha un senso degli affari e che esporta spezie. "

"Lo conoscevamo come una persona normale e come un uomo d'affari", ha detto.

Hilmy Ahamed, vicepresidente del Consiglio musulmano dello Sri Lanka, sapeva che Mohamed Ibrahim era un membro importante della comunità. Lo ha descritto come "molto ricco" e ha aggiunto che i suoi figli erano "ben istruiti all'estero".

Ahamed dubitava che Mohamed Ibrahim avesse idea di cosa stessero progettando i suoi figli adulti. "Era un uomo d'affari occupato", ha detto. "Probabilmente ha completamente trascurato quello che stava succedendo intorno a lui. Dubito che abbia avuto la conoscenza. "

Altri bombardieri di nome

Secondo fonti di sicurezza britanniche nel Regno Unito, Abdul Lathief Jameel Mohamed sarebbe stato indagato nel Sud-Est dell'Inghilterra da 2006 a 2007. Wijewardene, ministro della Difesa nazionale, ha detto che gli investigatori credono che uno dei kamikaze abbia studiato nel Regno Unito e sia stato uno studente laureato in Australia prima di tornare nello Sri Lanka.

Il consigliere dello Sri Lanka Shiral Lakthilaka identifica uno degli uomini che si è fatto esplodere allo Shangri-La Hotel come Inshan Seelavan e lo descrive come il "cervello" degli attacchi. Altri funzionari hanno nominato un estremista radicale, Zahran Hashim, come un'altra figura chiave negli attacchi. Non sappiamo dove sia.

Il personale di sicurezza fa la guardia al Santuario di Sant'Antonio, uno dei siti di bombardamento della domenica.

Ahamed e Salley hanno detto che hanno ripetutamente cercato di mettere in guardia le autorità su Hashim, in una foto pubblicata da un'agenzia di stampa affiliata all'ISIS martedì. Hashim, un predicatore islamista radicale, era noto alla comunità locale per i suoi discorsi contro musulmani e buddisti moderati.

"L'abbiamo riferito all'intelligence nazionale circa tre anni fa", ha detto Ahamed, aggiungendo che ha filmato la predica di Hashim ai funzionari. | Fine 2018, a dicembre, quando abbiamo avuto questa crisi che ha danneggiato le statue buddiste da parte dei giovani, siamo tornati all'intelligence e abbiamo dato loro tutte le informazioni che avevamo e abbiamo detto loro che avrebbero dovuto provare a cattura. "19659002] In uno dei video di Hashim, caricato su YouTube e commentato dalla CNN, il predicatore dice che i non musulmani che si sono rifiutati di convertirsi all'Islam dovrebbero essere uccisi. "Se è un kafir, deve essere ucciso in conformità con la legge della sharia. ", Ha detto nel video, un'interpretazione dell'Islam che Ahmad ha descritto come" estremista "e scorretto.

Preghiera fedele alla Moschea Dewatagaha a Colombo, Sri Lanka, 24 April 2019.

Ahamed ha detto che le autorità non hanno agito in base agli avvertimenti, ma ha aggiunto che Hashim non è stato preso troppo sul serio e ora rimpiange questa decisione.

"Siamo totalmente imbarazzati come comunità. Come comunità, non siamo riusciti a monitorare ciò che sta accadendo nel nostro cortile ", ha detto," la maggior parte di questi giovani è radicalizzata online. Questo è ciò che mi preoccupa come genitore di due giovani ragazzi. Siamo sempre preoccupati che possano essere radicalizzati su Internet. "

Ahamed non era l'unico leader musulmano che cercava di dare l'allarme sulla radicalizzazione dilagante all'interno della comunità. Salley, presidente della moschea di Dewatagaha, ha detto che lo ha avvertito più volte. Attività di Hashim.

Durante la visita della CNN alla moschea di mercoledì, due grandi striscioni costruiti all'esterno hanno indicato che "il terrorismo e l'estremismo non hanno posto nell'Islam" e che "siamo con fratelli cristiani nel lutto, tu sei con noi ".

Pannelli all'esterno della Moschea Dewatagaha a Colombo, uno dei più grandi e antichi della capitale dello Sri Lanka.

"A febbraio 11, ho inviato video a (Sri Lanka) informazioni che citano questo ragazzo, i video che ha fatto per promuovere la jihad", ha detto Salley. fare qualcosa (così estremo) ma è stato lui a lavare la pioggia in una certa misura. "

"È stato filmato e filmato contro altre religioni e gruppi", ha aggiunto. "I video clip sono stati consegnati alla polizia e non è stata intrapresa alcuna azione".

I portavoce della polizia e dell'intelligence non hanno risposto alle richieste di commenti su presunti avvertimenti su Hashim. Il governo ha già riconosciuto e scusato per non aver risposto agli avvertimenti dell'Intelligence indiana secondo cui Hashim e i suoi sostenitori stavano pianificando un attacco terroristico.

"Stava parlando di jihad", disse Salley. "Questi sono tutti messaggi molto pericolosi per il paese. Prima di tutto, non mi sarei mai aspettato nulla di disastroso, non avrei mai pensato alla mia vita ... Se le autorità avessero seguito il nostro consiglio, avrebbe potuto essere evitato. "

Ingrid Formanek della CNN, Nikhil Kumar, Jo Shelley, Will Ripley ei reporter King Ratnam e Iqbal Athas hanno contribuito alla relazione. Nick Paton Walsh della CNN ha contribuito al rapporto di Londra.

Questo articolo è apparso per primo https://www.cnn.com/2019/04/24/asia/sri-lanka-suicide-bombers-spice-family-intl/index.html