Fuoco di Notre-Dame: violazioni della sicurezza di interesse per gli investigatori

Fili elettrici nella grondaia di legno, i mozziconi trovati, in ritardo per avvertire i vigili del fuoco ... diversi fallimenti nella sicurezza della cattedrale di Notre-Dame sono trafitti dall'anatra incatenata, dieci giorni dopo l'incendio.

L'origine dell'incendio che ha devastato il tetto e la guglia della cattedrale Notre Dame de Paris, l'15 di aprile, non è ancora stato stabilito. Ma dieci giorni dopo la tragedia, i primi elementi dell'indagine condotta dalla brigata della polizia criminale filtrano attraverso l'Anatra incatenata, che assicura che "la pista del cortocircuito" sia ora preferita.

I problemi includono ascensori ponteggi e scatole elettriche necessari per i lavori. Chiesto da AFP, il portavoce di "The Bras Brothers", Marc Eskenazi, compagnia che ha montato l'impalcatura attorno alla guglia di Notre Dame, sottolinea che questi motori "non erano un problema". "In ogni caso, sono lontani dalla guglia mentre quello che è stabilito è che l'incendio è iniziato all'interno dell'edificio", ha sostenuto.

>> Da leggere: ripristinare Notre-Dame de Paris in cinque anni: coup de com 'o progetto realistico?

Diverse anomalie attirano anche l'attenzione degli investigatori, compresa la presenza di mozziconi sulla scena bruciata. Interrogati dalla polizia, "i viaggiatori hanno riconosciuto che stavano davvero fumando", ha detto la compagnia "Il fratello braccio". La sua portavoce "si è rammaricata" che i compagni da lei impiegati si siano "liberati" dal divieto di fumare sul sito. Ha detto, tuttavia, che "in nessun caso un calcio male spento può essere la causa dell'incendio di Notre-Dame-de-Paris".

Un "ritardo devastante" per chiamare i vigili del fuoco

Un'altra deroga alle regole di sicurezza pubblicate dagli architetti dei monumenti storici: la presenza di fili elettrici in soffitta, per alimentare campane, anche nella guglia. "Fuori servizio fino 2012" tre campane "sono state elettrificate nei primi anni del restauro di campane grandi campanili," l'anatra Incatenato, che aggiunge, tuttavia, che "non ci sono prove che la dieta Questi rintocchi avevano una breve scarica di calore a 18 h 04, l'ora in cui suonavano queste campane - dodici minuti prima del primo allarme antincendio.

>> Da leggere: Notre-Dame de Paris: le sfide della ricostruzione

È anche questa cronologia che fa domande e che gli investigatori cercano di dettagliare. Il settimanale rivela che trentacinque minuti separano il primo allarme antincendio dal momento in cui sono stati chiamati i pompieri di Parigi, fino a quando l'incendio non si è verificato all'interno dell'edificio. Questo "ritardo devastante", dovuto a una "serie di errori umani", scrive l'Anatra, "ha reso il bagliore totalmente incontrollabile".

Fonte dell'articolo: https://www.france24.com/fr/20190424-paris-incendie-notre-dame-failles-securite-enqueteurs-can-chained