Crisi di lingua inglese: i vescovi si uniscono e sostengono il dialogo e la consultazione


In una dichiarazione rilasciata in occasione dell'ultima Pasqua, la Commissione per la Giustizia e la Pace della Conferenza episcopale nazionale del Camerun (CENC) ha scelto questa opzione per risolvere la crisi nel Nord-Ovest e nel Sud-Ovest .

Perché al centro dei suoi scontri e rapimenti diventano legioni in queste cosiddette aree di lingua inglese, ci sono popolazioni per le quali il quotidiano è diventato incerto. Molti sfollati, morti, declino economico sono tutte ripercussioni di questa crisi. Il seguente estratto può essere letto in questo comunicato stampa "Solo attraverso il dialogo e la consultazione la crisi attuale può trovare risposte efficaci". I membri sollecitano le varie parti coinvolte nel conflitto a fermare gli scontri e porre fine alla sofferenza della gente. L'intero contenuto di questo messaggio è stato letto nelle chiese e nelle cappelle del Camerun la domenica di Pasqua. Chiedono anche alle forze dell'ordine e ai separatisti di lavorare per l'appeasement.


Si possono anche trovare i risultati dell'indagine che traccia le atrocità vissute dalle popolazioni della diocesi di Kumbo nel Nord-Ovest. Questo è più che le case e le strutture 750 che sono state bruciate dalla fine del 2016, diversi rapimenti, casi di tortura e richieste di riscatto. Più di recente, nel febbraio 16 2018, i membri 176 del Collegio di S. Agostino, che 170 studenti più grandi in genere meno di 18 anni sono stati rapiti, e tre sacerdoti che sono stati lanciati all'inseguimento dei criminali e rilasciati dopo 24h. Questi eventi sono all'origine della chiusura del seminario minore e del St. Augustine's College. In termini di salute, molte persone sono morte a casa a causa della mancanza di accesso ai centri sanitari a causa di città morte e altri divieti di viaggio.

Resta solo da sperare che le varie azioni intraprese qua e là per risolvere questo conflitto portino frutto al ritorno alla normalità.

da Salma Amadore | Actucameroun.com


Questo articolo è apparso per primo https://actucameroun.com/2019/04/25/crise-anglophone-les-eveques-sunissent-et-pronent-le-dialogue-et-la-concertation/