Dopo gli annunci di Macron un atto XXIV questo sabato per valutare la reazione dei "giubbotti gialli"

Gli oppositori del Presidente della Repubblica invitano a dimostrare di mostrargli che i suoi annunci di giovedì non fanno cadere la loro rabbia.

Dopo gli annunci di Emmanuel Macron, i "giubbotti gialli" preparano l'atto XXIV della loro mobilitazione, sabato 27 di aprile. In tutta la Francia, invitano a partecipare alle manifestazioni, per mostrare al Presidente della Repubblica quello i suoi annunci su giovedi non far cadere la loro rabbia.

Il giorno di sabato, in questo contesto, valuterà il valore dell'esecutivo. Sabato 20 di aprile, durante l'atto XXIII, vicino ai manifestanti 27 900 era stato identificato da parte del Ministero dell'Interno, tra cui 9 000 a Parigi contro 31 100 (5 000 a Parigi), il 13 aprile. I "giubbotti gialli" da parte loro erano 100 000 da scorrere, 20 April.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche "Giubbotti gialli": meno mobilitato, ancora visibile, 5 mesi dopo, dov'è il movimento?

Perché il motto è chiaro sul lato delle figure del movimento: non c'è modo di arrendersi. "27 / 04 demo, 01 / 05 demo, 04 / 05 demo, 08 / 05 demo, 11 / 05 demo, 18 / 05 demo, 25 / 05 demo"Ha elencato in una lapidaria forma Tweet avvertimento una delle figure "giacche gialle" Priscillia Ludosky, poco dopo la conferenza stampa presidenziale.

Riunione "internazionale" a Strasburgo

A Strasburgo, il movimento lanciato sui social network ha chiamato una chiamata 'Internazionale' per protestare dalle ore 13 in direzione del Parlamento europeo, un mese delle elezioni europee. La pagina di Facebook dedicata ad esso raccolse, il venerdì, 3 500 persone interessate, gli organizzatori sperando di attirare anche tedeschi e belgi.

La polizia teme la presenza di blocchi neri. La prefettura del Bas-Rhin ha quindi vietato qualsiasi evento in alcune zone dell'isola formato dal centro storico della città, dalla piazza della stazione e dal confine delle istituzioni europee.

Finora, le dimostrazioni di "giubbotti gialli" sono rimaste di modesta entità nella capitale alsaziana. In Lorena, i carpools sono organizzati per unirsi alla manifestazione di sabato.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche "Giubbotti gialli": violenza della polizia, il tabù del governo

A Parigi, l'1er-Mai in vista

A Parigi, il perimetro proibito includerà gli Champs-Elysées, l'Elysée, i dintorni dell'Assemblea nazionale e Notre-Dame. Un evento lascerà anche il distretto di Montparnasse sotto lo slogan "Decisione generale", alla chiamata, in particolare, della Confederazione generale del lavoro (CGT). Dovrebbe collegarsi con i "giubbotti gialli".

Una "Marcia sui media" è anche previsto, che dovrebbe passare da Radio France, TF1 / LCI, CNews, France Télévisions, BFM-TV e del Consiglio audiovisivo superiore (CSA).

Oltre il sabato, i messaggi sui social network richiedono alcuni giorni per essere guidati "L'atto finale" a Parigi il 1er può, giorno della manifestazione sindacale, denunciare "Un livello di repressione mai visto prima". Più di 20 000 persone hanno già espresso interesse per l'evento di Facebook "Parigi, capitale della rivolta".

Evita gli slittamenti della legge XXIII

A Tolosa, l'epicentro di un atto XXIII segnata da tafferugli tra manifestanti e forze di sicurezza, che sarà nuovamente vietato manifestare nella Piazza del Campidoglio per ore 10 21 ore ma una chiamata "giacche gialle nel centro della città città "è stata comunque lanciata per l'inizio del pomeriggio.

Articolo riservato ai nostri abbonati Leggi anche "Gilet gialli", legge XXIII: "Non cederemo, ma non daranno né a ..."

A Lione, è prevista un'operazione di lumaca sulla tangenziale. A Lille, a Rennes o a Rouen, anche le manifestazioni saranno bandite nel centro della città.

L'atto XXIII del movimento era stato segnato da "Ti suicidi"gettato alla polizia da alcuni manifestantie il ministro degli Interni, Christophe Castaner, aveva denunciato "Un rituale di violenza". "Si tratta di interrogare il Presidente della Repubblica, sistematicamente, il loro unico desiderio è quello di far cadere le nostre istituzioni"era indignato alla vigilia del ventiquattresimo giorno di mobilitazione.

Articolo Fonte: https://www.lemonde.fr/societe/article/2019/04/26/un-acte-xxiv-pour-mesurer-la-reaction-des-gilets-jaunes-apres-les- annunci de macron_5455458_3224.html