Francia: cosa aspettarsi dalla legge XXIV "giubbotti gialli" dopo l'annuncio di Emmanuel Macron?

Non erano convinti. I "giubbotti gialli" si stanno preparando per una nuova manifestazione sabato, due giorni dopo gli annunci post-big dibattito del Presidente della Repubblica.

Dopo una conferenza stampa presidenziale che considerano deludenti, i "giubbotti gialli" rimangono mobilitati ... Ma non necessariamente guardare verso 27 di aprile. Sui social network, le richieste di dimostrazioni sono piuttosto rare. I "gilet gialli" sembrano voler prenotare per 1er May o per 25, data scelta dal movimento per un ultimatum 3e dopo quelli di 16 March e 20 April. Va detto che gran parte degli annunci di Emmanuel Macron era già trapelato dalla stampa, in seguito alla cancellazione del suo discorso relativo all'incendio di Notre Dame.

Tuttavia, gli attivisti continuano a invitare le dimostrazioni - operazioni di lumache alla periferia di Lione o "marciare sui media, per un trattamento mediatico imparziale" a Parigi, tra gli altri - per mostrare al Presidente della Repubblica che i suoi annunci Giovedì non far cadere la loro rabbia.

Su iniziativa della CGT, a Parigi è prevista una dimostrazione con lo slogan: "Governo e Medef vogliono distruggere tutto! Il sindacato chiede ancora una volta la convergenza delle lotte. A Tolosa, uno dei punti focali della legge XXIII, i giubbotti gialli vogliono sfidare il divieto di assemblare Place du Capitole.

Infine, le autorità guarderanno a Strasburgo. Su Facebook, un invito "internazionale" a manifestare in direzione del Parlamento europeo è stato infatti lanciato, un mese prima delle elezioni europee. In risposta, la prefettura ha vietato tutte le manifestazioni in una parte della città, in particolare intorno alle istituzioni europee. Tuttavia, la pagina dell'evento ha riunito solo venerdì un po 'più partecipanti 800 e 3500 persone interessate.

Fonte dell'articolo: http://www.rfi.fr/france/20190426-france-attendre-acte-acte-xxiv-gilets-jaunes