I nuovi ordini di assassinio dell'esercito colombiano scatenano i brividi - New York Times

BOGOTÁ, Colombia - Il capo dell'esercito colombiano, frustrato dai falliti sforzi di pace del paese, ha ordinato alle sue truppe di raddoppiare il numero di criminali e militanti che hanno ucciso, catturati o costretti a uccidere. tornare al combattimento - e forse accettare di più Secondo gli ordini scritti e le interviste con alti funzionari, i civili sono stati vittime di questi incidenti.

All'inizio di quest'anno, generali e colonnelli colombiani sono stati riuniti e hanno chiesto di firmare un impegno scritto per intensificare i loro attacchi. Le presentazioni interne quotidiane mostrano ora il numero di giorni in cui le brigate sono fuori combattimento e i comandanti sono rimproverati quando non si impegnano in assalti abbastanza spesso, hanno detto gli ufficiali.

Un ordine che dà adito a preoccupazioni particolari ordina ai soldati di non "esigere la perfezione". "In attacchi mortali, sebbene restino domande importanti sugli obiettivi che stanno prendendo di mira. Alcuni ufficiali hanno detto che l'ordine aveva ordinato loro di abbassare i loro standard per la protezione di civili innocenti e aveva già provocato morti sospette o non necessarie.

I militari hanno messo in atto una strategia simile per sconfiggere i gruppi ribelli e paramilitari in Colombia nel paese. Nel mezzo degli anni 2000, prima della firma di uno storico accordo di pace che termina decenni di conflitto.

Ma la tattica provocò uno scandalo nazionale quando sembrò che i soldati, cercando di rispettare le loro quote, fossero coinvolti in omicidi e sparizioni di civili. .

Una nuova incarnazione della politica viene proposta dal nuovo governo contro i restanti gruppi criminali, guerriglieri e paramilitari nel paese, secondo gli ordini esaminati dal New York Times e da tre alti ufficiali che ne hanno parlato.

[Leggi di più sul perché l'accordo di pace è sfilacciato.]

I nuovi ordini hanno raffreddato i ranghi dell'esercito. L'esercito colombiano rimane sotto inchiesta per la serie di omicidi illegali commessi nel mezzo degli anni 2000, noti come "falsi positivi".

I soldati uccidevano ripetutamente i contadini e sostenevano che erano guerriglieri, a volte persino indossandoli e disponendo armi vicino ai loro corpi. . I pubblici ministeri hanno spiegato che le tattiche utilizzate dai superiori erano di aumentare il numero di cadaveri.

Due agenti hanno detto in lunghe interviste che i soldati colombiani erano sottoposti a forti pressioni - e che stavano iniziando a comparire una serie di sospetti omicidi e insabbiamenti -

In un incontro raccontato da uno degli ufficiali, un generale ordinò ai comandanti di "fare tutto ciò che era in loro potere per migliorare i loro risultati, anche se ciò significava" alleati "ai gruppi criminali armato per ottenere informazioni sugli obiettivi. strategia di conquista.

Oltre a ciò, secondo gli ufficiali, viene offerto incoraggiamento ai soldati che moltiplicano le lotte di combattimento, come le vacanze extra, secondo uno schema che sembra stranamente simile alle uccisioni illegali degli anni di metà 2000.

"Siamo tornati a quello che abbiamo fatto prima", ha detto uno degli ufficiali, che hanno tutti parlato a condizione di anonimato per paura di ritorsioni da parte dei loro superiori.

Il maggiore generale Nicacio Martínez Espinel, superiore Il comandante dell'esercito colombiano ha ammesso di aver emesso i nuovi ordini e ha chiesto agli ufficiali di fissare obiettivi concreti per assassinare, catturare o forzare gruppi criminali e attivisti arrendersi.

Ha detto di aver dato ordini ai comandanti di "raddoppiare i risultati". a causa della minaccia che la Colombia continua ad affrontare dalla guerriglia, dalle organizzazioni paramilitari e dalle organizzazioni criminali.

"La minaccia criminale è aumentata", ha detto. "Se avessimo continuato, i nostri obiettivi non sarebbero stati raggiunti".

Il generale, tuttavia, ha contestato il modo in cui gli agenti hanno interpretato le sue istruzioni.

"Gli ordini sono che tu sia efficiente dal punto di vista operativo", ha detto. "Alcune persone mi hanno detto che volevano un aumento del 10%, beh, tu crei 10%. Alcuni mi hanno detto che volevano un aumento di 50%, ma nessun decesso. Alcuni hanno detto: "Voglio un aumento di 100%". Ci sono alcuni che hanno mantenuto la parola e altri che non sono stati in grado di farlo. "

Ha anche riconosciuto che gli ordini dicono ai comandanti di condurre operazioni quando sono ancora incerti sui loro obiettivi.

Tuttavia, il generale Martínez ha sostenuto che le istruzioni riguardavano solo le missioni di pianificazione, non la loro esecuzione.

"Il rispetto dei diritti umani è la cosa più importante", ha affermato. "Tutto è avvenuto nei termini della legge."

Ma l'ordine stesso dice: "Devi iniziare le operazioni con credibilità o accuratezza di 60%", il che lascia abbastanza spazio perché l'errore abbia già generato dubbi. Assassini, hanno detto due ufficiali.

I nuovi ordini annunciano un'intensificazione delle campagne militari contro i guerriglieri ei gruppi paramilitari in Colombia, che hanno raggiunto un accordo di pace con il più grande gruppo ribelle del paese - le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC) - ci sono a malapena due anni.

La pace è andata perduta Molti veterani hanno ripreso a combattere, mentre altri gruppi criminali e paramilitari hanno rafforzato il loro controllo su parti del paese.

Un gruppo ribelle che non ha mai firmato un accordo di pace ha lanciato un'autobomba nella capitale a gennaio. [19659002] L'amministrazione Trump sta anche facendo pressione sulla Colombia per fare progressi nella lotta contro il traffico di droga, una battaglia che non ha fatto molti progressi nonostante l'aiuto americano di 10 miliardi di dollari.

Il presidente Iván Duque, un attivista conservatore, ha aumentato la pressione. contro l'accordo di pace perché lo trovava troppo indulgente per i ribelli, ha sostituito i principali comandanti dell'esercito del paese a dicembre.

Secondo i documenti rilasciati da Human Rights Watch, il governo del Duque ha nominato nove agenti legati alle uccisioni a metà di 2000, tra cui alcuni in posizioni di rilievo in offensive militari in Colombia. Uno dei comandanti legati alle uccisioni, secondo il gruppo per i diritti umani, è il generale Martínez che deteneva una posizione di medio rango al momento.

Il generale Martínez afferma di non aver partecipato a nessuno degli eventi seguenti: uccisioni illegali e non è sotto inchiesta da parte dell'ufficio del Procuratore generale della Colombia.

Le uccisioni illecite sono un capitolo particolarmente controverso nella recente storia della Colombia. Secondo le Nazioni Unite, tra 2002 e 2008, quasi i civili 5 000 o i guerriglieri sono stati uccisi fuori dai combattimenti. Secondo il governo, almeno 1 176 membri delle forze di sicurezza sono stati condannati per crimini legati a morti illegali.

Due degli ufficiali che hanno parlato con il Times hanno detto che hanno prestato servizio durante gli omicidi e sono saliti nei ranghi nei periodi successivi.

Ma un grosso cambiamento è stato fatto, si dice, quando il generale Martinez ha convocato una riunione dei suoi alti ufficiali a gennaio, un mese dopo aver assunto il comando dell'esercito.

generali e colonnelli, che si sono incontrati in un capannone nelle montagne fuori Bogotà. Molti erano desiderosi di sapere se ci sarebbe stata una nuova direzione sotto la nuova leadership.

Dopo una pausa, i comandanti sono tornati al tavolo dove hanno trovato un modulo che li aspettava, hanno detto gli ufficiali. Il modulo era intitolato "Definizione dell'obiettivo 2019" nella parte superiore e un posto dove iscriversi per ciascun comandante.

Il modulo chiedeva ai comandanti di elencare la "somma aritmetica di arresti, catture e morti" di vari gruppi armati l'anno precedente in una colonna, quindi fissare un obiettivo per l'anno successivo.

Alcuni dei comandanti sembravano confusi - fino a quando non è stato loro ordinato di raddoppiare i loro numeri quest'anno, hanno detto gli ufficiali.

Poco dopo, è successa la stessa cosa. Ordine emesso dal generale Martínez, scritto questa volta.

"L'obiettivo è raddoppiare i risultati operativi a tutti i livelli di comando", leggi l'ordine che indica la sua firma.

Tre giorni dopo l'incontro vicino a Bogotà, un gruppo di ufficiali dell'intelligence militare e comandanti regionali si sono incontrati nella città di Cucuta, al confine con il Venezuela, hanno detto gli ufficiali.

All'incontro, gli ufficiali hanno detto: "Dobbiamo fare qualsiasi cosa ora". incluso l'uso di gruppi paramilitari illegali forniscono informazioni sui gruppi armati rivali "per ottenere risultati".

Il suggerimento di lavorare con un gruppo armato per sconfiggere un altro ha creato il silenzio tra la popolazione, ha detto uno degli ufficiali.

25 Febbraio È stato rilasciato 19, un nuovo documento intitolato "Ordini di comando 50". Un ordine richiedeva "attacchi massicci e tempestivi" contro il nemico.

Ma le istruzioni sulla soglia richiesta per ordinare attacchi mortali sono stati il ​​cambiamento più significativo rispetto alla politica precedente, hanno detto gli ufficiali.

le operazioni dovevano essere fatte con almeno 85% di certezza del bersaglio, dopo una serie di incontri tra comandanti e ufficiali dei servizi segreti per approvare uno sciopero. Il nuovo ordine prevedeva un livello inferiore.

Poco dopo, gli ufficiali hanno dichiarato di aver iniziato a identificare omicidi o arresti sospetti.

Uno degli ufficiali ha citato l'uccisione di quello che un rapporto dell'esercito aveva chiamato la morte di 23 di febbraio. membro del gruppo paramilitare Clan del Golfo. Il rapporto dice che tre membri del gruppo avevano combattuto un plotone dell'esercito e che la lotta si è conclusa con una morte e due arresti. Una pistola e un revolver sono stati trovati con gli uomini.

Il rapporto è stato fornito al Times dall'agente. Sentiva che era improbabile che tre criminali armati alla leggera avrebbero combattuto un intero pacchetto di uomini 41.

L'omicidio più controverso da quando il generale Martínez ha preso il comando è stato verso 22 aprile, quando il corpo di Dimar Torres, un ex guerrigliero disarmato, è stato trovato un accordo di pace fuori da un villaggio situato vicino al confine venezuelano.

Un video su un telefono cellulare distribuito dagli abitanti del villaggio ha mostrato il corpo ucciso dal corpo di Mr. Torres. Si sentivano gli abitanti dei villaggi urlare epiteti contro i gruppi paramilitari

Risultò che il signor Torres era stato ucciso dall'esercito. Il ministro della Difesa colombiano Guillermo Botero ha inizialmente difeso la situazione dicendo che il signor Torres è stato ucciso in una rissa per un'arma contro un soldato. Pochi giorni dopo, il responsabile generale della regione ha rilasciato pubbliche scuse.

José del Carmen Abril, un capo contadino del villaggio, disse che i cittadini avevano trovato soldati vicino al corpo del signor Torres cercando di "scavare una fossa per farla sparire". scomparire quella notte. Un video sul cellulare mostra i soldati vicino a una fossa scavata a metà.

Gli ufficiali hanno detto che gli è stato anche detto che i soldati stavano cercando di nascondere il corpo del signor Torres. Sebbene il caso sia diventato una controversia nazionale, gli ufficiali hanno detto che altri omicidi potrebbero passare inosservati.

Hanno prodotto una copia di una diapositiva di una presentazione di febbraio intitolata "Days Without Combat". , contando per quanto tempo erano passati senza combattere. Le istruzioni erano chiare, hanno detto: aumentare la cattura, la cattura e la resa.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su NEW YORK TIMES