Mali - Tiéman Hubert Coulibaly: "Dobbiamo soddisfare le condizioni per la sopravvivenza della nostra nazione" - JeuneAfrique.com

L'ex ministro degli affari esteri del Mali ha assunto la guida all'inizio di giugno dell'azione repubblicana per il progresso. Una coalizione che include le parti che hanno sbattuto la porta del movimento presidenziale e Tiéman Hubert Coulibaly, spiega che la sua vocazione è "di affermare una diversa identità e posizioni che potrebbero essere divergenti".

Tiéman Hubert Coulibaly non è rimasto fuori dai riflettori per molto tempo. Alleato dalla prima ora di IBK, Coulibaly è stato responsabile di quattro portafogli ministeriali da 2012. Ma il giorno dopo la rielezione di Ibrahim Boubacar Keita in 2018, questi pesi massimi della maggioranza presidenziale erano stati rimossi dal governo, sostituiti nella sua posizione di ministro degli Esteri vicino Kamissa Camara in settembre 2018prima Tiebile Dramé non riprende il post.

All'inizio di giugno, era sotto la sua guida che diversi partiti e associazioni della maggioranza presidenziale - riuniti nell'alleanza per il Mali (EPL) - hanno sbattuto la porta per formare un nuovo movimento: l'azione repubblicana per il progresso (ARP). Questa formazione, che vuole essere "aperta a tutte le sensibilità", sostiene oggi le associazioni 16 e i partiti politici.

Il capo dell'Unione per la democrazia e lo sviluppo (UDD) ha ha chiesto un dialogo politico che includa tutte le parti del paese (parti, organizzazioni della società civile, governo) per uscire dalla crisi post-elettorale.

Dal dialogo politico nazionale alle difficoltà di attuazione dell'accordo di pace, comprese le sue ambizioni politiche, si torna a Giovane Africa sulle principali questioni politiche del momento, con un leitmotiv: "Sosteniamo il presidente della repubblica, ma la maggioranza è plurale".

Jeune Afrique: Lei presiede l'alleanza Republican Action for Progress, un gruppo di associazioni e partiti che hanno lasciato la coalizione per il Mali (EPM) che ha sostenuto Ibrahim Boubacar Keita (IBK) nelle elezioni presidenziali di 2018. Perché questo nuovo movimento?

Tiéman Hubert Coulibaly: Il movimento include anche organizzazioni che hanno supportato l'offerta di IBK senza far parte dell'EPM. Ci sono anche associazioni e partiti politici che hanno sostenuto altri candidati.

Non ritiriamo il nostro sostegno né dal presidente né dal governo. Ma volevamo affrontare questo nuovo passo che si apre con l'arrivo di organizzazioni politiche dell'opposizione in modo coerente.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA