Ciad: una donna kamikaze uccide sei persone nell'ovest del paese - JeuneAfrique.com

Sei persone sono state uccise in un attacco perpetrato nella notte tra martedì e mercoledì agosto 14 da una donna kamikaze legata a Boko Haram nel Ciad occidentale, ha detto un ufficiale dell'esercito ciadiano.

"Verso l'una del mattino, una donna kamikaze, membro di Boko Haram, entrò nel cortile del capo della municipalità di Tatafiromou, dove sparò con l'accusa uccidendo le persone di 6, incluso un soldato", ha detto questo alto ufficiale. l'esercito ciadiano sotto copertura dell'anonimato.

L'attentato suicida ha avuto luogo nella sotto-prefettura di Kaïga-Kindjiria, situata nella provincia del Lago, dove il gruppo jihadista ha aumentato gli attacchi dall'inizio dell'anno.

L'esercito ciadiano particolarmente preso di mira

L'attacco ha provocato diversi infortuni, secondo il funzionario dell'esercito, che non ha potuto specificare il numero. La denuncia dell'attacco è stata confermata dal capo di una ONG locale, che ha anche preferito rimanere anonimo per motivi di sicurezza.

Da giugno 2018, la regione del Lago Ciad è teatro di nuovi attacchi attribuiti a Boko Haram. Molti di loro mirava a posizioni dell'esercito ciadiano.

Alla fine di marzo, I soldati ciadiani 23 erano stati uccisi nell'attacco su una base avanzata sulla sponda nord-orientale del lago. Un altro attacco di Boko Haram su 21 di giugno ha provocato la morte di almeno i soldati ciadiani 11.

Questo articolo è apparso per primo GIOVANE AFRICA