I rettili volanti un tempo dominavano i cieli del Nord America, rivelando nuovi fossili: la BGR

Se torni indietro nel tempo a un'epoca in cui i dinosauri vagavano per la Terra, avresti molte cose da temere. I dinosauri che regnavano sulla terra erano spesso giganteschi e gli oceani erano dominati da creature altrettanto formidabili. Il cielo aveva la sua parte di animali impressionanti e fossili scoperti di recente aiutano a segnare questo punto in modo drammatico.

Un nuovo studio pubblicato nel Journal of Vertebrate Paleontology descrive un ex aereo. rettile così grande che oggi competerebbe con alcuni piccoli aerei. La specie, nominata Borea criodrakan significa "Frozen Dragon of the North", solo per darti un'idea del tipo di creatura di cui stiamo parlando.

Determinare l'esistenza di questa nuova specie è stata resa possibile da uno scheletro parziale scoperto ad Alberta, in Canada, in una regione ben nota ai cacciatori di fossili. Gli scienziati possono spesso lavorare con solo poche ossa per disegnare una creatura più grande, ma la ricchezza ossea lasciata da questo particolare esemplare ha aiutato il team di ricerca a dipingere un quadro molto più vivido della scala che questi rettili potrebbero raggiungere. volare.

"Questo tipo di pterosauro (azhdarchids) è piuttosto raro e la maggior parte degli esemplari sono solo ossa", ha affermato Michael Habib, coautore dello studio, in una dichiarazione . "La nostra nuova specie è rappresentata da uno scheletro parziale. Questo ci dice molto sull'anatomia di questi grandi volantini, sul loro volo e sul loro stile di vita. "

Come spiega lo studio, la nuova specie appartiene a un gruppo di animali noti per le loro dimensioni incredibili. Alcune di queste creature potrebbero pesare fino a 500 libbre e dispiegare le loro ali a circa trenta metri, che corrisponde allo stesso palco del moderno aereo leggero.

Queste creature avrebbero proiettato ombre piuttosto impressionanti su tutto ciò che hanno cacciato alla scoperta di tali animali, aiutando i ricercatori a comprendere meglio le caratteristiche del volo degli animali, nonché i potenziali limiti.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR