Sei andato male per tutta la vita - BGR

Che tu sia un maratoneta esperto, un jogger dilettante o che corri quando la situazione lo giustifica, un nuovo studio dice che ti farai un favore legando i piedi prima del prossimo sprint. Questo trucco apparentemente controintuitivo proviene da un articolo pubblicato su Journal of Experimental Biology e ha un notevole peso scientifico dietro di sé.

Correre, spiegano i ricercatori, è una pratica relativamente inefficiente per l'uomo. Brucia molte calorie, ma solo una piccola parte delle calorie bruciate serve effettivamente a mantenere le gambe in movimento, mentre il resto della tua energia viene utilizzato per cose abbastanza banali come sostenere il tuo peso. Tuttavia, massimizzando l'efficienza delle gambe oscillando, è possibile ottimizzare il movimento completo.

Per questo studio, i ricercatori hanno sperimentato un concetto già percepito in natura. Come spiega il documento, i "tessuti primaverili" consentono ad alcuni animali, compresi gli umani, di oscillare le gambe mentre corrono. Per rafforzare questo effetto, gli scienziati hanno sviluppato un "exotendon" che, se attaccato tra i piedi, consente di correre con meno energia.

"In realtà riduce lo sforzo di Elliot Hawkes di" rimbalzare "durante la postura. - autore dello studio, ha dichiarato in una nota. "Certo, le persone corrono su 90 non ogni minuto. Se potessi prendere misure più brevi e più veloci, ridurrebbe l'energia necessaria per rimbalzare indietro, ma ci vuole molta più energia per far oscillare le gambe così velocemente, quindi non lo fai naturalmente. Tuttavia, il gruppo rimuove questo costo per l'oscillazione delle gambe, il che significa che puoi facilmente fare 100 passo dopo passo, il che riduce l'energia necessaria per rimbalzare. "

I ricercatori affermano che durante i test, i corridori si sono sentiti a proprio agio con il legame che lega i loro piedi quasi immediatamente. e questo equilibrio non è stato interessato. Quando il gruppo fu rimosso, i cavalieri tornarono al loro ritmo normale senza alcun problema.

Nel complesso, durante il monitoraggio delle spese energetiche, il team ha affermato di aver ridotto l'energia necessaria per far funzionare 6,4% in media. Questo numero, sebbene piccolo, sarebbe incredibilmente significativo per i corridori di lunga distanza.

Fonte immagine: Cultura / Shutterstock

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR