Chi mangerà il primo ortaggio alieno? - BGR

L'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale ha recentemente preso in consegna un caso di vino. Una dozzina di bottiglie di delizioso vino rosso hanno viaggiato dalla Terra verso l'atmosfera e si sono ritrovati nel laboratorio in orbita dove sei scienziati hanno dovuto lasciarlo riposare per un anno prima di rimandarlo indietro. Non possono berlo, il che è deludente, ma l'esperimento mira a mostrare come le radiazioni spaziali e la bassa gravità possano cambiare la composizione e il sapore del vino.

Mi ha fatto pensare: chi sarà il primo umano a mangiare una verdura coltivata sulla superficie di un altro mondo?

Immagina di essere il primo umano a scoprire l'esistenza delle melanzane. La prima documentazione di melanzane risale a diversi secoli e non si sa se sia stata creata per la prima volta in Africa o in India, ma è altrettanto probabile. E la prima persona che ha deciso di fare un boccone o qualsiasi altra verdura selvatica?

L'hanno visto, hanno pensato che fosse delizioso e immerso in esso? Hanno osservato gli animali mentre mangiavano e presumevano che fosse sicuro? Un villaggio di popoli antichi ha votato per decidere chi sarebbe la cavia? Probabilmente non lo sappiamo e probabilmente no, ma mentre esploriamo il nostro sistema solare e inviamo missioni con equipaggio su Marte e forse oltre, questi viaggiatori coraggiosi avranno bisogno di cibo e ha senso farlo. spingere sul posto, se possibile.

Gli scienziati sulla Terra hanno sperimentato analoghi del suolo marziano per determinare cosa potrebbe succedere lì. compresa la patata ed è abbastanza possibile per noi coltivare colture altrove che sulla Terra. È eccitante, ma come per l'esperienza del vino, non sappiamo davvero come una patata di Marte possa essere diversa da una patata.

La superficie di Marte è bombardata con molta più radiazione di quella che dobbiamo affrontare qui. sulla Terra. Ciò deriva dalla perdita di gran parte della sua atmosfera su Marte e da un campo magnetico molto più debole. Se coltiviamo patate in superficie, anche all'interno di una cupola di vetro riscaldata dove possiamo controllare molte variabili, non abbiamo idea della possibile reazione della pianta o della differenza di produzione. verdure che produce.

anche ricerche sponsorizzate modificare geneticamente le piante prima che vengano inviate sul pianeta rosso, nella speranza di renderle più compatibili con le condizioni in cui saranno costrette a crescere. I ricercatori sperano che sia un passo avanti verso colture adattate al pianeta Marte che possono crescere di generazione in generazione.

Se guardiamo oltre nel futuro - e facciamo alcune assunzioni totalmente ingiustificate sulla nostra capacità di scoprire e quindi viaggiare su esopianeti dove la vita è già fiorente - La questione del cibo diventa ancora più complessa. In un ipotetico futuro in cui una missione umana atterra in un mondo straniero già popolato da piante e animali unici, cosa mangiamo?

Un simile futuro presuppone un incredibile progresso tecnologico e forse uno sguardo all'utilizzo di un dispositivo magico tascabile potrebbe avvertire i viaggiatori nello spazio lontano dei pericoli di una pianta velenosa che non hanno mai visto prima. Ma anche allora, se la scienza ti dicesse che questo strano pomodoro blu in mano è al sicuro, saresti pronto a prendere il primo morso di una verdura davvero aliena?

Fonte immagine: Backround: NASA / ESO / NAOJ

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR