India: il corridoio di Kartarpur apre oggi; India e Pakistan stanno ancora combattendo per i dettagli | Notizie dall'India

LAHORE: Nonostante il clima generale di positività su entrambi i lati del confine, il giorno prima dell'apertura del corridoio da Kartarpur in India e Pakistan ha continuato a combattere. dell'inaugurazione. Dopo che l'India ha dichiarato che il Pakistan non aveva mai annunciato ufficialmente la sua decisione di rinunciare all'obbligo per i pellegrini di essere in possesso di un passaporto, il Pakistan ha accusato l'India di non accettare il suo " misure di facilitazione ".
Il ministro degli Esteri pakistano Shah Mahmood Qureshi ha riferito a una delegazione dei media indiana in visita che, in linea con l'annuncio precedente del Primo Ministro pakistano Imran Khan nessuna tassa sarebbe addebitata ai pellegrini 9 e 12 novembre. Rilascio del passaporto, ha affermato che dopo novembre 9, entrambi i paesi aderiranno al protocollo d'intesa che stabilisce che i pellegrini devono essere in possesso del passaporto.
"È così che la parte indiana lo vuole", ha detto Qureshi. Tuttavia, fonti del governo indiano hanno affermato che il Pakistan non aveva mai dichiarato ufficialmente all'India che desiderava modificare il protocollo d'intesa per facilitare l'annuncio dell'esenzione dal passaporto di Khan.
Secondo fonti ufficiali, l'India avrebbe ripetuto in Pakistan che se fosse stato veramente sincero nei confronti dei pellegrini, avrebbero dovuto rimuovere completamente la tassa dai dollari USA di 20, che scoraggia molti pellegrini, specialmente quelli di livello inferiore. strati economici.
Secondo il Pakistan, i pellegrini possono recarsi in Pakistan gratuitamente o con passaporto a novembre 9. L'India, tuttavia, ha consigliato ai pellegrini che si recano a Kartarpur sabato di sostenere le spese nel caso, come ha affermato una fonte, il Pakistan avrebbe cambiato idea.
Il corridoio sarà inaugurato da Khan durante una cerimonia a Kartarpur Sahib che dovrebbe durare oltre le ore 3. Non era chiaro in ritardo che i dignitari indiani, incluso l'ex primo ministro Manmohan Singh partecipare a questa cerimonia. Fonti del governo hanno affermato che alcuni dovrebbero tornare immediatamente dopo aver reso omaggio a Gurudwara.
"Le accuse sono contro lo spirito di Khule Darshan Didar di Nanak", ha detto una fonte.
In effetti, l'India ha accusato il Pakistan di creare confusione abrogando unilateralmente l'accordo bilaterale. "Non hanno mai fatto una proposta, ma unilateralmente annunciato da un tweet. Quindi il loro ISPR ha detto qualcosa di diverso. L'India ha adottato una posizione coerente che lascia prevalere le disposizioni dell'accordo fino a quando non vengono modificate di comune accordo per evitare confusione nei pellegrini ", ha affermato una fonte.
Dopo l'approvazione della composizione del primo Jatha in ritardo, anche l'India ne informò
dal Pakistan che, se non avesse ricevuto in anticipo gli elenchi finali approvati dei giorni 4 in Pakistan, tutti i pellegrini, i cui nomi sarebbero noti, sarebbero stati esaminati. sono stati condivisi, come approvati e informati di conseguenza. "Questa decisione viene presa considerando la mancanza di tempo e l'interesse dei pellegrini, in modo che possano pianificare il loro viaggio", ha detto la fonte.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su I TEMPI DELL'INDIA