Gli scienziati hanno rianimato una barriera corallina facendo saltare gli altoparlanti subacquei - BGR

Le barriere coralline di tutto il mondo stanno morendo a rotta di collo. Il riscaldamento delle acque oceaniche ha portato al "candeggio", che è un altro modo per dire che gli organismi che vivono dentro e intorno alle scogliere sono scomparsi o sono morti. Questo è un grosso problema e, sebbene possiamo controllare i cambiamenti climatici, è difficile per gli scienziati riportare in vita le barriere abbandonate.

La sfida è enorme, ma un nuovo sforzo di ricerca suggerisce che una tecnica piuttosto non convenzionale potrebbe essere sufficiente. il trucco. I ricercatori hanno riferito in Nature Communications che l'uso di altoparlanti subacquei si è dimostrato efficace nell'attirare organismi essenziali verso le scogliere abbandonate.

Potresti pensare che nulla nell'oceano sia rumoroso, ma che l'incredibile varietà di organismi che vivono in barriere coralline sane creano più della loro parte di suono. Gli scienziati hanno scoperto che quando le barriere coralline iniziano a morire, la mancanza di rumore delle creature che normalmente chiama la barriera corallina rende difficile per gli animali soprattutto pesce giovane per trovare rifugio tra i coralli.

Il rumore si comporta come un faro acustico e quando una barriera corallina muore a causa del riscaldamento delle acque oceaniche, i pesci trovano difficile trovarlo anche dopo il ritorno delle acque più fredde. I ricercatori hanno testato se i suoni artificiali potrebbero riportare la vita nelle parti un tempo vibranti della barriera corallina, e i risultati sono promettenti.

Nelle aree in cui i suoni sottomarini imitavano quelli di una barriera corallina sana, iniziarono ad apparire nuove specie. Secondo osservazioni scientifiche, il numero di specie nelle aree della barriera corallina dove sono stati trasmessi i suoni è aumentato di circa lo 50%. I ricercatori hanno notato che le specie appena arrivate non si sono limitate a visitare e lasciare, ma hanno invece fatto la loro dimora nella barriera corallina.

La ricerca è stata condotta in sezioni della Grande barriera corallina che sono state devastate. sbiancando. L'Australia ha promesso una somma incredibile per riportare in vita queste aree della barriera corallina e sembra che i relatori subacquei possano svolgere un ruolo importante.

Fonte immagine: Norbert Probst / imageBROKER / Shutterstock

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR