Griveaux, Chabane, Pierre Ménès urla allo scandalo! - PIEDE 01

0 4

Candidato alle elezioni a sindaco di Parigi, Benjamin Griveaux ha gettato la spugna in seguito alla diffusione di un intimo video. Per Pierre Ménès, che traccia un parallelo con la vicenda Saïd Chabane, tutto questo diventa insopportabile.

Il mondo del calcio non aveva alcun legame con Benjamin Griveaux, candidato La République en Marche a sindaco di Parigi, quest'ultimo avendo chiaramente riconosciuto di non essere realmente un tifoso del calcio e del Paris Saint-Germain. Ma Pierre Ménès crede ancora che il disimballaggio fatto sulla vita privata di Benjamin Griveaux assomigli un po 'alla recente vicenda di Saïd Chabane, il presidente di SCO Angers, accusato di molestie sessuali da diverse giovani dipendenti del club angioino. Di fronte alle critiche di chi gli ha ricordato che non si poteva paragonare un caso in cui un uomo è accusato di crimini e quello di un politico che getta la spugna quando non è accusato di nulla, se non ha un atteggiamento leggero, Pierre Ménès si è difeso dall'aver confuso tutto.

Perché per il consulente di Canal + è soprattutto il modo che è simile. " Tutti i colpi sono quindi consentiti. Come per il presidente Chabane, la presunzione di innocenza è stata sacrificata sull'altare dei giudici dei social media. È più che spiacevole è scandaloso (...) Per favore, smettila di prendermi per stupido, so benissimo che Griveaux non è accusato di nulla. Ma all'arrivo il risultato è lo stesso », Spiegato, tramite Twitter, Pierre Ménès, che ha vissuto uno sfogo dello stesso stile a seguito delle accuse di un ex assistente durante le celebrazioni di fine anno.

Questo articolo è apparso per primo PIEDE 01

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.