India: Nuova situazione sul Coronavirus in India Sotto controllo: Segretario alla salute dell'Unione | Notizie dell'India

0 5

NUOVA DELHI: il romanzo coronavirus La situazione nel paese era sotto controllo, ha detto venerdì il segretario alla salute dell'Unione dopo una riunione per riesaminare la preparazione per la prevenzione e la gestione dell'infezione mortale.
Il segretario alla salute dell'Unione Preeti Sudan ha presieduto una riunione di videoconferenza con i segretari sanitari degli Stati e dei territori dell'Unione e alti funzionari dei ministeri della navigazione, degli affari esteri, aviazione e turismo, secondo una dichiarazione ufficiale.
Ha indicato che sono state adottate varie misure precauzionali in stretto coordinamento con i ministeri competenti a livello centrale.
Focolaio di coronavirus: aggiornamenti in tempo reale
"La situazione è sotto controllo nel paese ed è regolarmente monitorata dall'ufficio del Primo Ministro, dal Ministro della sanità dell'Unione e dal segretario del gabinetto ... Inoltre, un gruppo di ministri esamina anche lo status", a- ha dichiarato.
Finora l'India ha segnalato tre casi confermati di Ncov, tutto dal Kerala. Tre studenti di medicina dell'Università di Wuhan, tutti provenienti da Kerala, che recentemente è tornato in India e si è dichiarato in un ospedale statale testato positivamente per il virus respiratorio, chiamato COVID-19.
Uno di questi è stato rilasciato dopo il suo recupero.
Inoltre, circa 15 persone in tutto il paese sono sotto la supervisione della comunità. Tra questi, 991 sono stati identificati come casi sintomatici e vengono seguiti mentre circa 497 sono stati ricoverati in ospedale.
Alla riunione di videoconferenza di venerdì, gli Stati sono stati informati che, sebbene il numero di casi non sia aumentato, la vigilanza deve rimanere elevata. Sono stati esortati a continuare a rafforzare la consapevolezza di massa sulla prevenzione dell'igiene personale e l'autodisciplina quando viaggiano dalla Cina e da altri paesi identificati, afferma la dichiarazione.
Gli Stati sono stati inoltre invitati a fornire regolarmente le informazioni richieste in modo accurato e tempestivo sul portale che è stato creato come uno strumento di monitoraggio speciale basato sul web per tenere traccia dei casi in tempo reale e per aiutare il follow-up a livello nazionale. ha detto la dichiarazione.
Stati come Uttarakhand, Uttar Pradesh, Bihar, Bengala Occidentale e Sikkim al confine con il Nepal sono stati chiamati a rafforzare la sorveglianza della malattia.
Un gruppo di ministri di alto livello, riuniti per ordine del Primo Ministro, ha tenuto la sua seconda riunione per riesaminare lo stato attuale e le misure di prevenzione e gestione del nuovo coronavirus giovedì.
Il ministro della Sanità dell'Unione, Harsh Vardhan, ha dichiarato giovedì che l'India ha sostenuto le Maldive per testare campioni e il Bhutan per gestire la malattia.
“L'India ha anche accettato di aiutare i campioni dell'Afghanistan a testare. L'India estende anche gli aiuti alla Cina inviando oggetti essenziali per combattere l'NCoV in linea con l'impegno del Primo Ministro Narendra Modi come gesto di buona volontà "disse Vardhan.
I passeggeri provenienti da Thailandia e Singapore, oltre a Cina e Hong Kong, sono sottoposti a screening per l'eventuale esposizione al virus respiratorio in 21 aeroporti identificati.
le Ministero della sanità ha chiesto alla gente di non andare in Cina a causa dell'epidemia di coronavirus e ha detto che i viaggiatori di ritorno potrebbero essere messi in quarantena. In un avviso di viaggio aggiornato, il Ministero della salute ha dichiarato che i visti esistenti, compresi i visti elettronici già rilasciati, non sono più validi per i cittadini stranieri che viaggiano dalla Cina.
Inoltre, continua la sorveglianza nei punti di entrata (PoE) in 21 aeroporti, 12 porti principali, 65 porti secondari e sei stazioni di terra.
Il programma di sorveglianza integrata delle malattie (IDSP) svolge attività di sorveglianza comunitaria dei passeggeri provenienti da Cina, Singapore, Tailandia, Corea del Sud e Giappone.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su I TEMPI DELL'INDIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.