Amber Rose rivela come la morte di Kobe Bryant abbia ispirato il suo tatuaggio sulla fronte: le persone

0 6

Di Toyin Owoseje | CNN

Amber Rose ha detto che la sua decisione di tatuarsi i nomi dei suoi figli sulla fronte è stata ispirata dalla leggenda dell'NBA Kobe Bryant.

La modella e attivista ha fatto notizia all'inizio di questo mese quando ha debuttato con le parole "Bash Slash" - dedicate ai suoi figli "Bash" (per Sebastian Taylor) e "Slash" (per Electric) Alexander Edwards) - in lettere corsive appena sotto l'attaccatura dei capelli.

Apparsa mercoledì nella serie Fox Soul "Uno a uno con Keyshia Cole", ha fatto luce sul modo controverso in cui onora i suoi figli.

Bryant è morto, insieme a sua figlia di 13 anni, Gianna Bryant e altri sette, in un incidente in elicottero a Calabasas, in California, il mese scorso.

"Non voglio che suoni banale o altro, ma un po 'dopo la morte di Kobe (Bryant) mi ha fatto pensare alla mia vita", ha detto a Cole. "Non voglio che la gente dica 'Oh Kobe è morto e sei andato a farti un tatuaggio', ma era più o meno così. "

Rose, 36 anni, ha continuato dicendo che la morte di Bryant non è stata l'unica ragione per cui si è fatta tatuare: anche la battaglia di suo padre contro il cancro all'età di 40 anni è stata un catalizzatore. .

"È andato in remissione e ora sta bene, ma è quasi morto", ha continuato. "Volevo questo tatuaggio da molto tempo ed ero tipo, 'Sai una cosa, la vita è così breve, fallo e basta. Vivi solo la tua vita migliore. "

Ha aggiunto che non ha rimpianti. "È così che mi sentivo e sono felice di averlo fatto", ha insistito.

Il nuovo inchiostro di Rose ha ricevuto recensioni contrastanti. Nell'episodio di martedì del suo programma di chat negli Stati Uniti, Wendy Williams ha messo in dubbio la decisione di Rose di farsi tatuare il viso, dicendo al pubblico: "Amber, sai che ti amo ragazza. , ma perché vorresti rovinarti la fronte? "

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su mercurynews.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.