Il rover cinese scopre misteri nascosti sotto la superficie dall'altra parte della luna

0 2

L'ambiziosa missione della Cina dall'altra parte della luna ha già prodotto risultati sorprendenti. Il lander e il suo rover delle dimensioni di una pinta hanno trasmesso splendide immagini del lato meno visibile del piccolo vicino della Terra e hanno condotto un'intera serie di ricerche dal suo sbarco all'inizio del 2019.

Ora, nell'ultimo aggiornamento dei ricercatori che lavorano alla missione, un nuovo articolo pubblicato su Progressi scientifici rivela molte nuove informazioni sugli strati che compongono la superficie della Luna. I dati, raccolti da strumenti radar che penetrano nel terreno del rover Yutu 2, mostrano diversi livelli distinti, ciascuno distende dozzine di piedi nella Luna.

Come spiega il documento, le letture del rover suggeriscono che lo strato superiore della regolite lunare - il terreno pallido e polveroso che copre ciò che vediamo dalla Luna - è profondo circa 39 piedi. È per lo più terreno sciolto con rocce occasionali gettate dentro per buona misura. Lo strato successivo, che si estende per 40 piedi di profondità, è costituito da grani più grandi dello strato superiore, oltre a un numero maggiore di pietre e rocce più grandi.

Lo strato finale rilevato dal radar si estende su almeno 50 piedi aggiuntivi nella Luna, è composto da una miscela di grani più grandi e più fini. La portata massima del radar è terminata in questo livello, quindi non sappiamo ancora cosa c'è sotto.

In un futuro non troppo lontano, gli umani torneranno di persona sulla Luna. Ci sono state molte discussioni sulle future basi lunari e sulle strutture più permanenti o almeno semi-permanenti sulla superficie della Luna. Comprendere cosa si nasconde sotto la superficie e cosa potrebbero trovare i viaggiatori se avessero bisogno di scavare in profondità potrebbe rivelarsi utile per le future missioni.

La prossima missione cinese sulla luna sarà ancora più ambiziosa. Il paese prevede di raccogliere campioni dalla superficie lunare usando un lander robotico che raccoglierà il materiale e alla fine lo rimanderà sulla Terra, dove avidi scienziati avranno l'opportunità di studiarlo da vicino.

Fonte immagine: CNSA

Mike Wehner ha riferito sulla tecnologia e sui videogiochi negli ultimi dieci anni, coprendo le ultime notizie e tendenze nella realtà virtuale, abbigliamento, smartphone e tecnologie future.

Più di recente, Mike è stato uno scrittore tecnico per il Daily Dot ed è stato descritto in USA Today, Time.com e innumerevoli altri siti Web e stampa. Il suo amore per
la storia è proprio dietro la sua dipendenza dal gioco d'azzardo.

Questo articolo è apparso per primo (in inglese) su BGR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.